La comunità virtuale scolastica dei Castelli Romani
cerca in
 
 
   
 
>
>
>
>
>
>
 
 
 
 
 
   
 

Scegli la rubrica

 
   
 
   
   
     
 

Stampa e Leggi

Edizione 2021 - 2022

 
 
 
     
   
    Per leggere e/o scaricare i file potresti aver bisogno di Adobe Reader (per i file .pdf) e WinZip (per i file .zip)  
    scarica Adobe Reader scarica WinZip  
    Se non disponi di questi
programmi puoi scaricarli
facendo CLIC sull 'icona.
 
   
 

Home >> Mercurio >> Commenti >> Dettaglio articolo

 
Umorismo
Per sorridere un pò
 
 
I nostri genitori, quando eravamo ragazzi, erano molto severi: se rientravamo tardi la sera erano botte. Anche alle due di notte li trovavamo in piedi ad aspettarci per prenderci a schiaffoni. Visto che non ottenevano risultati dopo un po’ si sono stufati. Hanno cominciato a picchiarci prima che noi uscissimo di casa, così non dovevano stare alzati tutta la notte ad aspettarci. Abitavo in un monolocale talmente piccolo che quando entrava il sole…. uscivo io! Se Superman è così furbo, perché si mette gli slip sopra i pantaloni? “Cucina, rassetta e vince il premio Nobel”. (Titolo di un giornale del 1977 sul premio Nobel per la medicina ad una donna) Alle elementari andavo in una scuola diversa ogni giorno perché mi accompagnava mio nonno che è cieco. Ma la cosa più triste era, tornando a casa, aprire la porta della cucina e trovare mio nonno che dava la merenda ogni giorno ad un bambino diverso. E’ così sfigato che quando porta la conchiglia all’orecchio trova sempre occupato! Odio la scuola. Mi fa impazzire. Non faccio in tempo ad imparare una cosa che subito vanno avanti con qualcos’altro! Se non hai riso per una settimana la tua vita comincia a perdere di significato… soprattutto se sei un cinese! La carne di cavallo fa bene perché contiene ferro, specialmente se mangi lo zoccolo! Un mio amico è talmente bugiardo che quando lo vedo non ci credo. Il mio amico ha un cervello così piccolo che quando due pensieri si incontrano devono fare manovra! L’altro giorno leggevo un libro sulla vita di Van Gogh ed ho pensato:” Ehi, ma questo dipinto posso farlo anch’io!”, e così mi sono tagliato un orecchio. E’ talmente avaro che il giorno di Natale augura a tutti “Buon 25 Dicembre!” Il marinaio spiegò le vele al vento, ma il vento non capì! Ho provato. Ho fallito. Non importa. Riproverò. Fallirò meglio! Era il terzo giorno consecutivo che saltavo la scuola e mia mamma mi beccò in centro. Risento ancora le sue parole: “Ricordati che devi andare a scuola, che la prossima volta se ti ribecco ti riempio di mazzate, ma soprattutto ricordati … che sei il preside!
 
- Rocco Fondacaro
 
Mercurio - n° 1 di Dicembre 2005
 
 
 
 
   

 

 

Copyright © 2002-2008 [Consorzio Sistema Bibliotecario Castelli Romani]. Tutti i diritti riservati.

Sede del Consorzio SBCR - Viale Mazzini, 12 - 00045 - Genzano di Roma
Tel 06.93956063 - Fax 06.93956066 - Email: bicom.genzano@consorziosbcr.net