La comunità virtuale scolastica dei Castelli Romani
cerca in
 
 
   
 
>
>
>
>
>
>
 
 
 
 
 
   
 

Scegli la rubrica

 
   
 
   
   
     
 

Stampa e Leggi

Edizione 2021 - 2022

 
 
 
     
   
    Per leggere e/o scaricare i file potresti aver bisogno di Adobe Reader (per i file .pdf) e WinZip (per i file .zip)  
    scarica Adobe Reader scarica WinZip  
    Se non disponi di questi
programmi puoi scaricarli
facendo CLIC sull 'icona.
 
   
 

Home >> Rodarilandia >> Speciali e poster >> Dettaglio articolo

 
Speciale Circeo
Il Parco Nazionale Del Circeo
 
 
Il parco nazionale del Circeo, uno dei cinque parchi nazionali “storici”, è uno dei più piccoli d’Italia ma presenta ricchezze naturali inestimabili. Istituito nel 1934 è situato nel Lazio, in provincia di Latina. Si estende per 85 kmq sul litorale del mar Tirreno e comprende differenti zone ambientali: il promontorio, le foreste, le dune, i laghi costieri ed un’isola, l’isola di Zannone. IL PROMONTORIO: Costituisce un elemento di rottura nell’assetto pianeggiante del parco. A guardarlo da lontano appare un’isola. Quasi certamente esso era un’isola prima che il sollevamento del terreno e i depositi alluvionali lo ricollegassero alla terraferma. Il promontorio è lungo circa 6 km, ha 10 vette e il punto più alto, il picco di Circe, tocca 541m. La base marina è costellata da grotte e anfratti scavati dal mare. LA FORESTA: copre 3260 ettari di territorio e rappresenta l’ultimo esempio organizzato dell’antica selva di Cisterna e Terracina prima estesa su 11 ettari. È zona protetta, ricca d’essenze secolari con un folto sottobosco abitato da numerose specie animali. Nella foresta alcune aree sono ancora sommerse, a formare splendide piscine naturali. LE DUNE: un lungo cordone di dune si stende dal confine nord del lido di Latina fino al promontorio del Circeo, per una lunghezza di circa 30 km, parallelo al mare. Su di esso corre il tracciato dell’antica Via Severania. Ancorate dai cespugli d’arbusti e dalle meravigliose piante selvatiche, le dune (o tumoleti) separano il Mar Tirreno dalla catena dei laghi interni. La duna può svolgere una funzione di protezione nel territorio retrostante, grazie alle piante “ pioniere” che frenano la sabbia. Da qui l’importanza di non distruggere le piante, anche le più “umili”. I LAGHI: i quattro laghi costituiscono un’unità naturalistica eccezionale. Di profondità ridotta, oggi i laghi sono utilizzati come bacini per l’itticoltura e ospitano specie ittiche marine, grazie al sufficiente grado di salinità delle acque (sono collegate al mare da canali). L’isola : nel 1979 il parco si è arricchito di una “ perla” marina: l’isola di Zannone, distante 15 miglia da Capo Circeo. Disabitata, tra le isole Ponziane è quella che ha potuto mantenere integro il suo carattere naturalistico
 
- La classe - 5 A
 
Rodarilandia - n° 1 di Dicembre 2005
 
 
 
 
   

 

 

Copyright © 2002-2008 [Consorzio Sistema Bibliotecario Castelli Romani]. Tutti i diritti riservati.

Sede del Consorzio SBCR - Viale Mazzini, 12 - 00045 - Genzano di Roma
Tel 06.93956063 - Fax 06.93956066 - Email: bicom.genzano@consorziosbcr.net