La comunità virtuale scolastica dei Castelli Romani
cerca in
 
 
   
 
>
>
>
>
>
>
 
 
 
 
 
   
 

Scegli la rubrica

 
   
 
   
   
     
 

Stampa e Leggi

Edizione 2021 - 2022

 
 
 
     
   
    Per leggere e/o scaricare i file potresti aver bisogno di Adobe Reader (per i file .pdf) e WinZip (per i file .zip)  
    scarica Adobe Reader scarica WinZip  
    Se non disponi di questi
programmi puoi scaricarli
facendo CLIC sull 'icona.
 
   
 

Home >> Mosaico >> Sistema scuola >> Dettaglio articolo

 
30 anniversario del gemellaggio con Centuripe
Rinnovato il gemellaggio tra Lanuvio e Centuripe
Quest’anno ricorre un anniversario importante per la cittadinanza di Lanuvio, il paese ha accolto con affetto la Delegazione Comunale di Centuripe e anche la scuola ha partecipato a questo avvenimento.
 
 
Erano circa le 9,45 del 20 maggio 2005, quando io e la mia classe siamo arrivati in piazza Carlo Fontana, diretti dietro al”Fontanone” presso il Largo Vittime di Brescia. Dopo un po’ di tempo sono arrivate anche le classi dell’Istituto Majorana di Campoleone e le classi di Colonna. Ogni scolaresca aveva dei cappelli di colore diverso, dono dell’Amministrazione Comunale. Tutto era stato predisposto per un evento particolare…c’erano foto, disegni e lavori dei bambini su questo evento storico. Verso le 10,oo la piazza ha cominciato a riempirsi di gente comune, mentre al tavolo di rappresentanza si sono seduti, rappresentanti di Lanuvio e Centuripe per… rinnovare un antico legame di amicizia tra i due paesi. Il primo che ha preso la parola è stato Simone Frezza che ha rinfrescato la nostra memoria ricondando come era nato il tutto; poi ha parlato di una sua esperienza , di come i Centuripini lo abbiano accolto come amico di lunga data. Poi rivolgendoci a noi ragazzi ci ha detto che che nel mondo sono importanti questi esempi di amicizia e fratellanza. Dopo di lui anche un siciliano, il prof. Calì ha raccontato dei tre ambasciatori centuripini Philiarcos, Lampon e Zoarchos che vennero a Lanuvio al tempo dell’antica Roma. Ha poi donato un libro scritto da un antichissimo medico centuripino. Dopo queste testimonianze noi ragazzi abbiamo fatto vedere quello che avevamo organizzato per questo rinnovamento degli antichi legami di parentela tra i due paesi. Sia le classi del Mayorana che quelle di Colonna hanno letto dei testi sul ritrovamento dell’epigrafe e delle poesie, seguiti da un dono come fiori ecc… Finalmente tocca a noi della 5°C, che avvicinandoci al microfono ci presentiamo con un po’ di timidezza e offriamo il nostro dono:un piatto di vetro con disegnano lo stendardo del Comune di Lanuvio. Anche i Dirigenti dei due Istituti fanno il loro intervento. Al termine di questo momento, sia il Sindaco di Lanuvio che quello di Centuripe hanno fatto un discorso e si sono scambiati dei doni.Inoltre hanno conferito la Cittadinanza Onoraria ad alcune persone, come ad esempio all’architetto G. Manganaro, che ha decifrato l’epigrafe. Poi ha iniziato a parlare don Ciotti, ma purtroppo per noi si era fatto tardi e dovevamo tornare a scuola per il pranzo. Per noi questa è stata una bellissima esperienza che rimarrà impressa nella nostra mente.
 
- Francesca P.
 
Mosaico - n° 3 di Giugno 2005
 
 
 
 
   

 

 

Copyright © 2002-2008 [Consorzio Sistema Bibliotecario Castelli Romani]. Tutti i diritti riservati.

Sede del Consorzio SBCR - Viale Mazzini, 12 - 00045 - Genzano di Roma
Tel 06.93956063 - Fax 06.93956066 - Email: bicom.genzano@consorziosbcr.net