La comunità virtuale scolastica dei Castelli Romani
cerca in
 
 
   
 
>
>
>
>
>
>
 
 
 
 
 
   
 

Scegli la rubrica

 
   
 
   
   
     
 

Stampa e Leggi

Edizione 2021 - 2022

 
 
 
     
   
    Per leggere e/o scaricare i file potresti aver bisogno di Adobe Reader (per i file .pdf) e WinZip (per i file .zip)  
    scarica Adobe Reader scarica WinZip  
    Se non disponi di questi
programmi puoi scaricarli
facendo CLIC sull 'icona.
 
   
 

Home >> Mosaico >> Gite, viaggi e campi scuola >> Dettaglio articolo

 
Un’esperienza speciale: il camposcuola
 
 
IL CAMPO-SCUOLA CHE COS’È? Il campo-scuola è un periodo di tempo, che un alunno, può vivere con i maestri e i suoi compagni durante un anno scolastico, in un luogo diverso dal proprio paese e dalla propria scuola. Per me è un tempo in cui ti diverti e nel frattempo studi o puoi conoscere nuove informazioni. Io ho già fatto un campo in 4° elementare e da quando ho saputo che ne avrei fatto un altro sono stata molto contenta e man mano che riavvicinava la data della partenza ero sempre più eccitata.Ora che sono di nuovo a scuola, posso dire che quello di quest’anno è stato molto bello, perché abbiamo svolto diverse attività che in aula non avremmo potuto fare: scalare una montagna fino a raggiungere una cascata, vedere il sole più da vicino e osservare i pianeti con il telescopio, abitare in un borgo medievale. RACCONTARE IL CAMPO Ciao sono Enid , e vorrei raccontarvi un po’ tutto di quella bellissima esperienza che è stata “il campo-scuola “ che la 5C e la 5D hanno vissuto insieme in Abruzzo dal 20 al 24 aprile. Non posso ora raccontarvi tutto…perciò vi parlerò solo di alcune emozioni vissute grazie al campo: “il buon’umore” al mattino del primo giorno, la “gioia” di scoprire che sarei stata in camera con le mie amiche, “la soddisfazione” del cavarsela da sole in camera, sistemando i bagagli, parlando tra di noi ecc., “la curiosità e l’impegno” vissute nel lavorare la pasta di legno, riciclare un foglio di giornale, intrecciare un cesto”, “lo stupore e la meraviglia” davanti ad una cascata o movendosi dentro una antica città romana oppure osservando i pianeti più lontani. CHE COS’È “IL GURZO”? Il campo-scuola ci ha permesso di conoscere luoghi, persone e animali speciali. Eccovene la prova… Nel borgo un po’ medievale e un po’ attuale , abbiamo conosciuto la signora Antonella Bambagini Oliva che per noi è stata la dott. Chioccolò, grazie a lei e ad alcune acute osservazioni di un compagno di classe abbiamo scoperto che ad Alba Fucens (dove risiedevamo) si possono osservare alcuni esemplari di “Gurzo-gurzis” più comunemente noto come “il gurzo”. Il gurzo è un animale molto piccolo che vive sulle montagne dell’Abruzzo. Ama trascorrere il tempo-libero su un albero o sotto ma molto sotto …terra. E’ difficile osservarlo sulla superficie, perché teme i predatori. Il gurzo si nutre di sangue d’orso morsicano e solo per la caccia si sposta nei boschi. Il gurzo è alto tra i 12 e i 36 cm., la testa è piccola e rotonda, i peli delle sopracciglia sono particolarmente arruffati e le ciglia scarmigliate suscitano un brivido lungo la schiena , dato che possono raggiungere anche la lunghezza di 50 cm…Con il collo può compiere una rotazione di 360 ° , e questa arma segreta gli permette di stupire i predatori !Il gurzo è noto soprattutto per la sua fantastica apertura d’ali, che può arrivare a 1,50 cm e per i suoi affilatissimi artigli…perciò è opportuno osservarlo da una distanza di almeno 1Km. Quando non ha fame il gurzo è molto scherzoso e giocoso.Per ulteriori informazioni consultare il sito WWW:gurzo.it. VERO O FALSO ? …ancora il Gurzo. Che cos’è il gurzo? E’ un animale completamente inventato, da noi durante il caposcuola. Naturalmente tutte le informazioni sono inventate, bambini e maestri durante il campo si sono divertiti a inventare le descrizioni più strampalate tenendo sulla corda gli ignari ascoltatori anche per molto tempo…Questo ci ha fatto riflettere, e ci suggerisce di fare molta attenzione alle parole di chi ci sta accanto , perché ascoltando con cura ci si può accorgere, da soli, che si tratta di uno scherzo! Inoltre questo ci insegna che le informazioni per essere ritenute valide devono essere accompagnate da prove! IL BORGO. Durante il campo-scuola abbiamo dormito, mangiato e svolto alcune attività, presso “Il Borgo”, si tratta di un centro residenziale, che utilizza le strutture di un vero borgo costruito prima dell’anno 1000 e quindi in epoca medievale, nel territorio che fu della città romana di Alba Fucens. Questo posto era un vero paradiso…nella parte più alta ci sono le mura dell’antico castello feudale e intorno , in basso ci sono alcune case in pietra e legno che sono state ristrutturate come ristorante e piccole casette , era lì che noi bambini abbiamo vissuto alcuni tra i momenti più belli del campo.
 
- Enid Ceresa - Alice Venanzi - Paolo Monaco - Francesco Nisti
 
Mosaico - n° 2 di Maggio 2004
 
 
 
 
   

 

 

Copyright © 2002-2008 [Consorzio Sistema Bibliotecario Castelli Romani]. Tutti i diritti riservati.

Sede del Consorzio SBCR - Viale Mazzini, 12 - 00045 - Genzano di Roma
Tel 06.93956063 - Fax 06.93956066 - Email: bicom.genzano@consorziosbcr.net