La comunità virtuale scolastica dei Castelli Romani
cerca in
.
 
 
   
 
>
>
 
 
 
     
 
>
>
>
 
 
 
   
 

Scegli la rubrica

 
   
     

Home >> Impertinente >> Speciali e poster >> Dettaglio articolo

 
Speciale Progetto Comenius
La giornata del 26 gennaio 2005
 
 
MATTINA La mattina del giorno 2615 abbiamo avuto un incontro con la signora Claude du Granrut, consigliere regionale europeo di Picardie, assessore delegato di Senlis, che si occupa dei problemi degli abitanti e della regione. Madame ci ha parlato dell'Unione Europea della costituzione e dell'euro. L'Unione Europea viene fondata su tre principi: 1. Solidarietà 2. Sicurezza 3. Tolleranza L'importanza dell'Unione Europea sta nel fatto che anche se siamo di nazionalità diverse, facendo parte dell'Unione Europea, siamo tutti cittadini europei. Madame du Granrut ci ha inoltre parlato della tragedia dei campi di concentamento ( di cui ricorre il 60° anniversario della apertura dei cancelli di Auschwitz )e di come quella pagina così drammatica per la storia d’Europa abbia favorito e reso indispensabile la fondazione l'UE nel comune impegno a non permettere mai piu che si vrrificano catastrofi coma quella dell'Olocausto. Come ha detto Madame du Granrut: “ Jamais plus ça! “ La prima costituzione Europea nacque nel 1957 a Roma , con l’accordo di 6 paesi, che erano: Germania, Belgio, Francia, Italia, Lussemburgo e Paesi bassi, e a Roma è stata approvata dai capi di stato la nuova Costituzione Europea. - Dalla CEE ( comunità economica europea) si è giunti nel tempo a definire i trattati di Mastricht e di Amsterdam che serviranno a definire le linee guida della nuova Costituzione. Da un punto di vista economico l’EU si fonda su: - MERCATO UNICO SENZA DOGANE - MONETA UNICA (euro) - TRASPARENZA DEI PREZZI - POLITICA ECONOMICA UNICA I paesi simbolo per la nascita dell’ Europa sono Strasburgo e Bruxelles dove é situato il Parlamento Europeo - La Costituzione é l’ unico testo che unisce i trattati già avvenuti in passato. E’ divisa in quattro parti : 1) definisce i valori, gli obiettivi, le competenze, le procedure decisionali e le istituzioni dell’ Unione 2)Riprende la Carta dei Diritti Fondamentali dell’Uomo e del Cittadino 3) Indica le azioni politiche interne ed esterne 4) Contiene le disposizioni generali e le conclusioni che permettono la revisione della Costituzione POMERIGGIO Il pomeriggio del giorno 2615 ci siamo recati a Bruxelles per visitare il Parlamento Europeo; lì abbiamo avuto l'occasione di partecipare ad una conferenza con la deputata francese UDF Marielle De Sarnez. Inizialmente siamo stati accolti da un conferenziere molto esauriente nell'esplicare i concetti principali della funzionamento del Parlamento. La prima questione che ci è stata posta riguarda il problema della comunicazione perché nel Parlamento Europeo si parlano 20 lingue che richiedono più di mille interpreti e traduttori, dato che i parlamentari hanno espresso il desiderio di parlare la loro lingua. Hanno ricordato che la Costituzione Europea si fonda su due capisaldi: I paesi aderenti all'UE rifiutano la guerra e si impegnano ad aiutarsi reciprocamente in caso di catastrofe, di attacchi terroristici, di un attacco esterno. Hanno spiegato che l'allargamento dell'UE a paesi che fanno richiesta di farne parte si fonda sulla realizzazione di due criteri: democratico ed economico. - Il primo criterio verifica il livello di democrazia attraverso elezioni libere, il rispetto delle convenzioni delle leggi internazionali e le protezione delle minoranze etniche, religiose e culturali. - Il secondo criterio verifica lo stato dell'economia del paese che può essere di debolezza, consentendo un periodo di tre anni per l'avanzamento tecnologico e di mercato del paese stesso in attesa del suo ingresso. Durante la conferenza si è parlato anche di una forza militare comune di più di 60/70.000 componenti circa; forza militare che si sta molto velocemente evolvendo, anche grazie alla acquisizione di un sistema di difesa satellitare comune a tutta l’Europa.
 
- Lucrezia Cicogna - Claudia Bernoni - Jessica Sedano - Sara De Rossi e Eleonora Frezza
 
Impertinente - n° 2 di Marzo 2005
 
 
 
 
   

 

 

Copyright © 2002-2008 [Consorzio Sistema Bibliotecario Castelli Romani]. Tutti i diritti riservati.

Sede del Consorzio SBCR - Viale Mazzini, 12 - 00045 - Genzano di Roma
Tel 06.93956063 - Fax 06.93956066 - Email: bicom.genzano@consorziosbcr.net