La comunità virtuale scolastica dei Castelli Romani
cerca in
.
 
 
   
 
>
>
 
 
 
     
 
>
>
>
 
 
 
   
 

Scegli la rubrica

 
   
     

Home >> Impertinente >> Ti racconto >> Dettaglio articolo

 
CONVEGNO ALL’AUDITORIUM DI GENZANO
Costituzione e Diritti civili
 
 

Martedì 17 novembre 2009 tutte le classi Quinte dell'I.I.S.S Sandro Pertini  hanno partecipato alla conferenza che si è tenuta all'Auditorium di Genzano; tema:“dalla Carta Costituzionale ai Diritti Civili di oggi”. Il professor Del Colle, coordinatore insieme alla professoressa Scialis di questa iniziativa, ha definito la Costituzione una “Gran bella e piacente signora” nel senso che ancora oggi viene applicata e arricchisce il contesto sociale. In questa conferenza sono stati esposti alcuni diritti che ancora oggi vengono sistematicamente violati; il primo è il Diritto di Asilo, la possibilità cioè di trovare rifugio in un Paese quando si scappa per motivi politici o altro. Tutte quelle carrette del mare, che ogni giorno tentano di arrivare in Italia ma che vengono respinte, sono colme di persone che scappano da una realtà tremenda, vengono TORTURATE per ore da gente senza scrupoli. Questo tipo di violenza è detta VIOLENZA ANTROPOGENA; la tortura porta dei traumi nel torturato, questo tipo di violenza è intenzionalmente voluta da un uomo a danno di un altro uomo (o donna). La tortura distrugge la capacità che la vittima aveva di interagire con le persone. I metodi di tortura sono gli stessi in tutto il mondo; provocano dolore senza lasciare segni sul corpo del malcapitato. Tutto ciò ha lo scopo di annientare la personalità della vittima, con l'obiettivo di rendere il torturato monito vivente per gli oppositori politici del regime.

Si parla molto di rimpatrio, di respingimento in Libia dei rifugiati provenienti dall'Africa, ma senza avere reale consapevolezza dei numeri. 42 milioni di rifugiati politici, rifugiati di guerra o che chiedono asilo politico sono sparsi nel mondo. Il 49% in Asia, il 9% in Europa, altri in grandi campi profughi. In Europa sono 3 milioni, in Italia sono 48 mila, 0.7 rifugiati per ogni mille abitanti, e qualcuno ha il coraggio di parlare di  “INVASIONE”.

Questi trovano rifugio ma non si investe per la loro nuova vita; tra i rifugiati spesso ci sono vittime di tortura. Molti paesi dichiarano che questa è stata abolita ma Amnesty International afferma che ogni giorno vengono torturate persone. Un medico psichiatra ha testimoniato di aver subito la tortura; gli sono stati legati mani e piedi ed è stato gettato in un liquido pestilenziale; una volta fatto uscire da lì ha vomitato tutto quello che aveva ingerito, è stato “coccolato” da un torturatore poi, quando è scoppiato in lacrime, l'uomo che prima si era preso cura di lui l'ha coperto di insulti. Ecco, la tortura serve proprio come detto prima ad annientare la personalità della vittima.

Un altro argomento di cui si è discusso è stato il Diritto all'Istruzione; attraverso questo diritto riusciamo a costruire il nostro futuro. L'istruzione è un forte privilegio ma non a tutti è concesso e questo va a danneggiare l'umanità. Un modo per risolvere questo problema è l'adozione a distanza; uno strumento di formazione sia per l'adottato che per chi  adotta perché ci aiuta a capire altre realtà e permette di far crescere e sviluppare il mondo. Purtroppo, però, ci sono molte tristi condizioni lontane della nostra visione; oggi in molte parti del mondo ci sono bambini costretti a chiedere la carità o a lavorare in fabbriche dove vengono sfruttati, pagati miseramente dopo ore di lavoro, bambini usati per il traffico di droga; il problema di queste vittime è il silenzio, lingua e cultura diversa dalla nostra e la mancanza di mediatori linguistici e culturali. Chiaramente molti di noi si chiederanno “Perché esiste questo nel mondo?” la risposta potrebbe essere: a causa di guerre, di povertà, famiglie disagiate e molto altro ancora. C'è da chiedere però anche quali siano le responsabilità dei paesi ricchi in tutto ciò.

 
- Giulia Marcucci (IGEA) - 5 B
 
Impertinente - n° 1 di Dicembre 2009
 
 
 
 
   

 

 

Copyright © 2002-2008 [Consorzio Sistema Bibliotecario Castelli Romani]. Tutti i diritti riservati.

Sede del Consorzio SBCR - Viale Mazzini, 12 - 00045 - Genzano di Roma
Tel 06.93956063 - Fax 06.93956066 - Email: bicom.genzano@consorziosbcr.net