La comunità virtuale scolastica dei Castelli Romani
cerca in
.
 
 
   
 
>
>
 
 
 
     
 
>
>
>
 
 
 
   
 

Scegli la rubrica

 
   
     

Home >> Mercurio >> Attualità >> Dettaglio articolo

 
In fuga dalla guerra
 
 

Non è facile lasciare la propria terra e abbandonare il resto della propria famiglia per andare in cerca di lavoro, fortuna e un futuro migliore per sé, per i propri figli, ma se si vive in un mondo dove la vita va avanti senza pace, allora si è costretti a farlo. Sono tante le persone che emigrano dall'America, dall'Africa, e dall'Asia, ma non significa che siano tutti uguali: quelli che sono più intelligenti e la testa la sanno usare approfittano della fortuna, mentre altri combinano soltanto guai, senza pensare al rischio che possono correre.
L'ignoranza verso le diverse culture, sia da parte degli immigrati, sia da quella di chi li riceve porta all'odio, alla discriminazione, al razzismo. Ci vuole sempre un po' di tempo per abituarsi, quando si arriva in un paese straniero, ma noi vogliamo soltanto essere capiti e soprattutto che si capisca il motivo per il quale siamo tanti ad emigrare, vogliamo essere rispettati, anche se siamo diversi per cultura, pelle e religione.
Il mondo non andrà mai avanti con l'odio, l'ignoranza e la discriminazione: magari la vita fosse facile per tutti, magari finissero le guerre, soprattutto quelle civili, magari quelli che stanno bene non pensassero solo ai propri interessi ma anche a chi sta male. Vorrei tanto che questo finisse, così che ogni bambino avesse un sorriso sulle labbra e potesse camminare e correre senza paura e senza terrore.

 
- Dairelis Delgado II A
 
Mercurio - n° 2 di Marzo 2008
 
 
 
 
   

 

 

Copyright © 2002-2008 [Consorzio Sistema Bibliotecario Castelli Romani]. Tutti i diritti riservati.

Sede del Consorzio SBCR - Viale Mazzini, 12 - 00045 - Genzano di Roma
Tel 06.93956063 - Fax 06.93956066 - Email: bicom.genzano@consorziosbcr.net