La comunità virtuale scolastica dei Castelli Romani
cerca in
.
 
 
   
 
>
>
 
 
 
     
 
>
>
>
 
 
 
   
 

Scegli la rubrica

 
   
     

Home >> Rodarilandia >> Ti racconto >> Dettaglio articolo

 
Un personaggio strano in classe
 
 

Era il nove gennaio di quest’anno; l’orologio segnava le undici...Ci stavamo preparando per lavorare con il maestro Bardo e lui è entrato portando in braccio un bambino molto particolare.
Ci ha raccontato una strana storia: aveva trovato quel bambino che vagava nel campetto della scuola.
Aveva battuto la testa e non ricordava più chi era né da dove veniva…
In un primo momento lo abbiamo accolto bene ma, all’improvviso, alcuni pupazzi che stavano in mano ad Andrea D.Z. e a Valerio lo hanno aggredito: volevano ucciderlo, sbranarlo, mangiarlo…
Si  è così spaventato che è scappato!
Abbiamo discusso insieme di quello che era accaduto, ognuno ha detto la sua opinione.
Abbiamo chiesto di farlo ritornare per conoscerlo meglio e farci raccontare la sua storia.
Eravamo decisi ad accoglierlo bene e ad aiutarlo a ritrovare la sua famiglia.

Andrea e Valerio avevano detto che i loro pupazzi non lo avrebbero aggredito.
Invece…

Dopo la nuova aggressione è fuggito e per tanto tempo non lo abbiamo più visto.
Lo cercavamo quando andavamo fuori a fare ricreazione, sbirciavamo tra gli alberi del boschetto, quando qualcuno bussava alla porta speravamo che fosse lui.
Ma niente!!
Pensavamo che non sarebbe tornato mai più!

Un giorno però abbiamo sentito bussare alla porta, è entrata la signora Maria tutta agitata  e ci ha detto che aveva visto nel giardino, vicino alla cucina, uno strano bambino che piangeva…
Abbiamo subito pensato a lui e il maestro ha deciso di mandare un bambino e una bambina,  i più grandi della classe, a vedere se era finalmente tornato…
Pietro e Angela sono usciti e sono tornati portando tra loro, mano nella mano, il nostro bambino misterioso.
Era molto spaventato, forse non si fidava ancora di noi…
Sulla cattedra c’era il Pinocchio costruito da Andrea.
Abbiamo pensato di metterlo vicino a lui: potevano diventare amici e Pinocchio poteva aiutarlo
ad ambientarsi tra noi.
Andrea però non voleva ASSOLUTAMENTE
Per fortuna lo abbiamo convinto ed ora il bambino misterioso sta tranquillo in classe con noi.
Però si vergogna ancora, si nasconde e non parla…
Non sappiamo ancora niente di lui…

VOLETE AIUTARCI A CONOSCERE LA SUA STORIA?
VENITE IN CLASSE NOSTRA E, CON MOLTA ATTENZIONE PER NON SPAVENTARLO, GUARDATELO BENE E DITECI SE LO CONOSCETE …

 
- 2 A
 
Rodarilandia - n° 2 di Aprile 2007
 
 
 
 
   

 

 

Copyright © 2002-2008 [Consorzio Sistema Bibliotecario Castelli Romani]. Tutti i diritti riservati.

Sede del Consorzio SBCR - Viale Mazzini, 12 - 00045 - Genzano di Roma
Tel 06.93956063 - Fax 06.93956066 - Email: bicom.genzano@consorziosbcr.net