La comunità virtuale scolastica dei Castelli Romani
cerca in
.
 
 
   
 
>
>
 
 
 
     
 
>
>
>
 
 
 
   
 

Scegli la rubrica

 
   
     

Home >> Rodarilandia >> Scuola e dintorni >> Dettaglio articolo

 
A Roma ... tra storia e politica
A Roma
 
 
Il 12 Febbraio 2007, noi delle classi V C e V A, tutti insieme siamo andati a visitare Roma. Il tempo non era molto favorevole per una gita, pioveva ogni tanto, però noi siamo partiti lo stesso!
Abbiamo trascorso circa un’ora nel pullman e durante il viaggio abbiamo visto, in lontananza, il Colosseo, i resti delle Terme di Caracalla, l’altare della Patria ( un monumento dedicato ai soldati morti durante la seconda Guerra mondiale e rimasti ignoti ).
La prima tappa della gita è stato il Pantheon, costruito da M. Agrippa nel 25 a.C in onore della famiglia Giulia e dedicato a tutti gli dei. Colpito da un incendio nell’80 d.C e da un fulmine 110 d.C, fu ricostruito dall’ Imperatore Adriano e in seguito restaurato, prima  da Settimio Severo e poi da Caracalla.
Il papa Bonifacio IV lo adibì a Chiesa ed oggi i Romani lo chiamano Rotonda. Il Pantheon ha un portico con 16 colonne alte 11,60 m. Contiene le tombe di personaggi illustri, fra le quali quelle del pittore Raffaello e dei re di casa Savoia: Vittorio Emanuele II, Umberto I e la regina Margherita. Questa chiesa è particolare per il tetto a cupola con un buco al centro.
Dopo la prima tappa era già  ora di fare merenda e quindi siamo andati alla Fontana di Trevi sia per mangiare che per vederla. Purtroppo in quel momento la stavano pulendo e solo quando stavamo per andare via ha cominciato a riempirsi, però per fortuna, abbiamo potuto  esprimere dei
desideri e buttare la monetina nella fontana.
Quest’ opera è stata realizzata dall’ architetto Niccolò Salvi e dallo scultore Pietro Bracci.
Il gruppo centrale raffigura Nettuno trainato su una conchiglia da quattro cavalli marini.
Abbiamo raggiunto il pullman e ci siamo incamminati per andare a visitare la Camera dei Deputati. La Camera è divisa in due parti:la nuova e la vecchia. In quest’ ultima vi era una stanza costruita con una armatura in ferro, ma siccome era troppo calda d’estate e troppo fredda d’inverno, fu rasa al  suolo. Ora vi sorge un bellissimo giardino. La Camera dei Deputati è un’enorme stanza dove gli onorevoli si riuniscono per discutere le leggi e decidere se approvarle o respingerle. Per essere approvata, una legge, deve essere votata dal 50% più uno dei votanti. La stanza si può raggiungere da un corridoio chiamato Transatlantico, per il soffitto costruito in uno stile uguale a quello delle navi lussuose, perché progettato da un famoso architetto di navi.
Oltre alla Camera dei deputati, che dà il nome a tutto l’edificio, ci sono anche la Camera Gialla, costruita in legno dorato, la Camera della Regina, nella quale si trova una copia della Lupa di Romae un dipinto. Lì il Presidente della Camera riceve tutti gli Ambasciatori degli altri Paesi. Infine c’è la Camera  Verde, dove gli onorevoli  si riuniscono  per leggere i quotidiani  o discutere. Anche  se ho  avuto  le vertigini quando sono entrata  nella Camera, è stato molto  interessante osservarla e conoscere la  sua storia . La  parte più emozionante della  gita,  però  sono state  le Fosse  Ardeatine: grotte scavate per depositare  i corpi di uomini e ragazzi fucilati dai nazisti  nella seconda guerra mondiale. Ora ci sono vere e proprie  tombe, alcune delle quali rimaste  ignote. Questa  gita   è  stata 
educativa perché vedere e visitare una piccola parte di Roma mi è piaciuto molto!
 
- Jozefina - 5 C
 
Rodarilandia - n° 2 di Aprile 2007
 
 
 
 
   

 

 

Copyright © 2002-2008 [Consorzio Sistema Bibliotecario Castelli Romani]. Tutti i diritti riservati.

Sede del Consorzio SBCR - Viale Mazzini, 12 - 00045 - Genzano di Roma
Tel 06.93956063 - Fax 06.93956066 - Email: bicom.genzano@consorziosbcr.net