La comunità virtuale scolastica dei Castelli Romani
cerca in
 
 
   
 
>
>
>
>
>
>
 
 
 
 
 
   
 

Scegli la rubrica

 
   
 
   
   
     
 

Stampa e Leggi

Edizione 2021 - 2022

 
 
 
     
   
    Per leggere e/o scaricare i file potresti aver bisogno di Adobe Reader (per i file .pdf) e WinZip (per i file .zip)  
    scarica Adobe Reader scarica WinZip  
    Se non disponi di questi
programmi puoi scaricarli
facendo CLIC sull 'icona.
 
   
 

Home >> Impertinente >> Politica >> Dettaglio articolo

 
Diario politico
aggiornato al 19/05/2006
 
 

A partire dall’inizio di  Aprile sono cominciate le elezioni politiche ed istituzionali, terminate verso la metà di Maggio.

Il 9 e 10 Aprile 2006 i cittadini italiani e quelli residenti all’estero, sono stati chiamati al voto per eleggere il nuovo Parlamento. Il pomeriggio del 10 Aprile dopo la chiusura dei seggi elettorali la Nexus (agenzia incaricata alle proiezioni sui risultati elettorali), ha enunciato che i primi dati davano in vantaggio l’Unione (la Coalizione guidata da Romano Prodi) ma, con il procedere dello spoglio delle schede elettorali,il vantaggio si andava via via assottigliando e la Cdl (la coalizione guidata da Silvio Berlusconi), sembrava che potesse raggiungere la soglia del 50% e si è dovuto aspettare fino alle 3:00 del mattino del giorno seguente per affermare che la vittoria elettorale, anche se di misura,  era andata al centro-sinistra. Solo allora a Roma, a P.za Santi Apostoli dove ha sede l’Unione, sono partiti i festeggiamenti.  Silvio Berlusconi, premier uscente e massimo esponente del centro-destra, con gli alleati della Cdl ha però contestato il risultato elettorale per presunte irregolarità ma, dopo il riesame delle schede da parte degli organi competenti il divario tra i due schieramenti è rimasto quasi invariato.
Nei giorni seguenti sono stati eletti il Presidente della Camera e il Presidente del Senato. Alla Camera è stato eletto Fausto Bertinotti (Rifondazione Comunista) mentre al Senato dopo il ballottaggio tra Calderoli (per la Lega), Andreotti (per centro-destra, che fu per sette volte  presidente del consiglio) e Franco Marini (per il centro-sinistra), è stato eletto quest’ultimo per 167 voti contro i 156 di Andreotti e soltanto 1 voto per Calderoli.
L’ 8, il 9 e il 10 Maggio 2006 a camere riunite si è votato per il Presidente della Repubblica. L’elezione si è avuta il terzo giorno. Dopo il conteggio delle schede da parte di Bertinotti e i suoi collaboratori è stata annunciata l’elezione di Giorgio Napoletano, già senatore a vita. L’elezione di Napolitano è stata controversa per l’appartenenza dello stesso all’area di sinistra in quanto, la Cdl voleva una persona “con il cuore a destra”, ma dopo varie consultazioni infruttuose l’Unione ha deciso di candidare il futuro Presidente della Repubblica, che è stato eletto con i soli voti di centro-sinistra (543) mentre il centro-destra ha votato scheda bianca. Giorgio Napolitano ha festeggiato la
cerimonia  lunedì 15 maggio con il passaggio del testimone da parte del Presidente uscente e suo amico Carlo Azeglio Ciampi che ha finito il suo settennato e ora farà il Senatore a vita. Nella sua prima dichiarazione l’11° Presidente della Repubblica ha annunciato che sarà il Presidente del dialogo e di tutti gli italiani.
Giovedì 17 maggio 2006 il neo premier ha annunciato la lista dei 25 ministri. Romano Prodi ha enunciato il suo programma di governo dal quale risulta evidente le differenti posizioni rispetto al suo predecessore come la contrarietà della guerra in Iraq, la legge contro le droghe e l’addio alla costruzione del ponte sullo Stretto di Messina. Secondo il neo-premier bisogna dare una scossa etica al Paese. In data 19/05/2006 il governo Prodi ha superato la prima difficoltà che era quella di avere la fiducia al Senato. 

Referendum del 25 e 26 giugno 2006
Fai un nodo al fazzoletto per ricordarti di andare a votare.
Sono in ballo la forma di governo del nostro Stato e
la cessione alle Regioni di importanti prerogative.

 
- Daniele Lindozzi (igea) - 1 C
 
Impertinente - n° 3 di Giugno 2006
 
 
 
 
   

 

 

Copyright © 2002-2008 [Consorzio Sistema Bibliotecario Castelli Romani]. Tutti i diritti riservati.

Sede del Consorzio SBCR - Viale Mazzini, 12 - 00045 - Genzano di Roma
Tel 06.93956063 - Fax 06.93956066 - Email: bicom.genzano@consorziosbcr.net