RIVISTA D'AREA DEI CASTELLI ROMANI

Editoriale

Fiori di maggio

Non è proprio un'esplosione di fiori come primavera comanda, ma sempre di fioritura vogliamo parlare guardando agli eventi di maggio che comuni, associazioni, enti organizzano ai Castelli romani. Ci piacerebbe certo scovare in ogni angolo del nostro territorio quelle iniziative che danno luce alla vita di ogni giorno, che provano a rispondere al bisogno non di evasione, ma di conoscenza, di riflessione collettiva sui grandi temi della contemporaneità che spesso l'arte, il cinema, la conferenza colta, l'approfondimento di una mostra, un concerto, il festival tematico sanno raccontare meglio di tanti dibattiti politici...pensiamo, quando da bibliotecari cerchiamo di informare sull'offerta culturale del nostro territorio, che tanto faticosamente viene confezionata con risultati più o meno soddisfacenti per gli stessi operatori, a quel popolo che chiede cultura, fatto di persone comuni, quelle che fanno la fila per visitare una mostra, essere presenti ad un dibattito, guardare un film, una mostra d'arte contemporanea, una esposizione di design e che non lo fanno per mero riempimento del loro tempo libero, che anzi quel tempo se lo debbono andare a cercare, ma lo fanno perché l'ampliamento dei loro orizzonti culturali può cambiargli la vita, è carne e sangue della loro formazione, è crescita per la loro professione. E' per questo popolo di persone che non conosciamo, alcune sì, quelle che vengono in biblioteca, ma sono ancora troppo troppo poche, che teniamo aperta anche questa rivista (e tralasciamo la fatica) con l'ambizione di contribuire, anche se in piccolissima parte, a soddisfare tale domanda che sappiamo esistere.
Fiori di maggio dunque da cogliere al volo! Tutto riportato nella nostro inserto Castellinforma che vi invitiamo a consultare scrupolosamente ché senz'altro, tra rassegne di cinema d'autore, mostre di pittura e stampe, conferenze a tema, presentazioni di libri, esplorazioni del cielo, percorsi tra storia e natura, visite guidate alle più belle testimonianze del nostro passato, esperienze di enogastronomia, esposizioni d'artigianato, attività sportive professionali e amatoriali... ce ne sarà abbastanza non dico per saziarsi, ma perlomeno per non morir di fame.

Per la rubrica Editoriale - Numero 71 maggio 2008