RIVISTA D'AREA DEI CASTELLI ROMANI

La posta dei lettori

Parole in libertà


E' con grande e sincera commozione che pubblichiamo queste ultime "Parole in libertà" che Dino Coldagelli aveva scritto per il nostro giornale pensando alla prossima festa del vino novello.
Quando le abbiamo ricevute non pensavamo davvero di doverle accompagnare col rimpianto per una persona amica improvvisamente scomparsa...
Lo vogliamo ricordare qui, come un uomo pieno di voglia di vivere, appassionato della musica, dell'arte, della bellezza e soprattutto di quella cultura con la C maiuscola capace di radicarsi nel cuore delle persone e di aiutarle a crescere. Queste passioni comuni ci avevano fatto incontrare e familiarizzare e ci avevano più volte guidati a lavorare insieme, nel rispetto e stima reciproci, al servizio dei cittadini di Lanuvio.
Ricordiamolo dunque con le sue stesse parole, segni sparsi sullo sfondo di un volto sempre sorridente e propositivo, testimonianza di uomo onesto e retto col quale abbiamo percorso un pezzo di strada insieme...

Il vino novello
...che bello...
il 16 novembre
a Lanuvio
si canta
si assaggia
si suona
si gusta
si balla
si beve
e si fa festa.
Sembrerebbe sia arrivato
qualche personaggio importante.
Non sembrerebbe
è arrivato qualcuno importante.
Dopo la pigiatura dell'uva
e la svinatura è stato in fermentazione
e finalmente è arrivato:
è il vino novello
e oggi stesso
viene presentato
agli imprenditori
agli amatori
ai bevitori
sarà presente
su tutte
le tavole imbandite
e le sue bottiglie
si vedranno ovunque
a sera alla fine della festa
e della giornata
qualcuno sarà un po' allegro
altri canteranno
altri...
non riusciranno
ad infilare la chiave
nella serratura
della propria casa.
Non importa:
è stato bello:
viva la festa
del vino novello.


Dino Coldagelli

Per la rubrica La posta dei lettori - Numero 26 novembre 2003