RIVISTA D'AREA DEI CASTELLI ROMANI

Cibo per la mente

Un matrimonio

Nel romanzo, costruito su una sorta di monologo interiore, Paola, la protagonista, porta direttamente al centro della storia il suo matrimonio, la sua relazione in estinzione svelando un disagio umanissimo intorno al rapporto di coppia.. Tra rabbia e dispiacere ella esprime il proprio malessere riguardo a dieci lunghi anni di convivenza, spingendo il lettore a condividere le sue aspre constatazioni su un argomento considerato sempre più frequentemente fonte di contraddizioni insanabili.
Intorno a questa esperienza, espressa con modalità squisitamente femminili in tutti i suoi aspetti, dai momenti erotici, ai dialoghi impossibili, alle reticenze, omissioni e bugie, il partner, Luca, diventa un alter ego lontano e assolutamente inconsapevole di quello che sta accadendogli accanto
Così sembrerebbe, ma , come in una pièce teatrale di tutto rispetto, ecco presentarsi il colpo di scena finale che rovescia completamente la situazione lasciando il lettore ad ulteriori riflessioni sul dramma dell' incomunicabilità nei rapporti di coppia sempre più consueto nelle relazioni. Lo scrittore, al suo primo romanzo, sapientemente scandisce il tempo della scrittura, modulata sulle emozioni di Paola, costruisce con intelligenza e sensibilità in intreccio narratìvo che lega sin dalle prime battute lettore-protagonista-scrittore.

Enzo Montenero, Un matrimonio, Roma, Andrea Oppure Editore, 2004

Per la rubrica Cibo per la mente - Numero 59 febbraio 2007