RIVISTA D'AREA DEI CASTELLI ROMANI

Primo piano

Sensibilità, praticità, accoglienza come doti naturali delle donne…

Intervista a Mary Munari, imprenditrice che per anni ha operato nel campo dell'antiquariato, e da qualche tempo è impegnata nella conduzione del BedBreakfast Albero Gemello di Albano Laziale

Qual è stata la motivazione che ti ha spinto a sviluppare l'impresa, a sperimentare tale competenza?

Le motivazioni sono molteplici e forse correlate fra di loro: 1) l'andare in pensione a 60 anni era troppo presto per me data la mia voglia di fare..; 2) la crisi del 'nido vuoto' incombeva (stanze che comunque necessitavano ordine e pulizia anche se svuotate di prole); 3) la legge Regionale del 2000 che permetteva alle famiglie di adibire delle stanze nella loro casa di proprietà all'attività ricettiva di turisti occasionali, secondo criteri e regolamenti stabiliti dalla stessa Regione; 4) la pensione minima implorava qualunque integrazione !! 5) un'impresa familiare che richiede sì, impegno e serietà, ma allo stesso tempo poco investimento iniziale e molta soddifazione per via del ricambio culturale.

Come il femminile connota il settore di cui ti occupi?

Il femminile, nel settore specifico del Bed Breakfast in ambiente familiare, è fondamentale perché, nella memoria collettiva della clientela turistica, prevale l'idea che la sensibilità, praticità, e gentilezza dell 'accoglienza siano doti naturali della donna e quindi sinonimo di garanzia.

Ha avuto ed ha un ruolo l'appartenenza a questo territorio?

Certamente sì.
Roma, la grande meta turistica da sempre, può sembrare, ad alcuni turisti, un po' troppo caotica per un soggiorno prolungato. Infatti, le statistiche ci rivelano che la durata media di sosta a Roma é di 2 giorni !! I Castelli Romani invece, forniti da una rete di trasporto pubblico con la Città, frequente ed a basso costo , invitano il turista ad un soggiorno più lungo e risposante, alternando le escursioni nel Centro Storico classico a quelle dei nostri verdeggianti Comuni, ricchi anche loro di antichità e siti archeologici, e, per lo più, abbondanti di itinerari gastronomici ed enologici.

La nuova società della comunicazione, intesa soprattutto come specializzazione tecnologica, pesa nella tua attività?

Assolutamente sì. In 5 anni di attività, l'uso del computer e di Internet sono stati validissimi sostegni, senza i quali non avrei potuto operare.

Per la rubrica Primo piano - Numero 50 marzo 2006