RIVISTA D'AREA DEI CASTELLI ROMANI

Cibo per la mente

Nel frammento la vita

Incorniciata da un sottotitolo accattivante, Le canagliette di piazza San Paolo, esce tra la fine di ottobre e i primi di novembre la quinta edizione di "NEL FRAMMENTO LA VITA", di Aldo Onorati, edito da Anemone Purpurea.
Un libro da sempre dedicato ai ragazzi, ma che in questa nuova edizione, grazie ad alcune piccole varianti, mira soprattutto al contesto in cui tali giovani lettori si esprimono e crescono: la scuola. La volontà dell'autore è quella di offrire, a questa platea così delicata e in divenire, uno spaccato di vita autentica i cui attori protagonisti sono ragazzini vivacissimi che, sullo sfondo di un secondo dopoguerra così duro, inventano l'esistenza giorno per giorno nella assoluta povertà, non solo in senso materiale, ma anche in termini di assenza di difesa e attenzione da parte degli adulti - genitori o istituzioni che siano - nei confronti di questi monellacci abituati a cavarsela da soli, spesso a lavorare, e nei confronti dei quali non si andava molto per il sottile: se c'era da prendere uno scapaccione si incassava senza tante storie.
Eppure, in queste "canagliette", quanta gioia di vivere! Da fare invidia ai bimbi di oggi, che pur tra mille giochi e attenzioni, quando leggono le storie di Aldo, Picchio, Nilone e tanti altri, non possono fare a meno di pensare di voler essere al loro posto: così liberi di scorrazzare, sempre affamati e con il naso gocciolante, leali, generosi e pieni di energia nel loro essere tutt'uno con la Natura che li ha generati. Teatro di questo lungo ricordare è un Albano Laziale di cui i ragazzi che frequentano oggi la scuola non hanno memoria: un luogo con strade libere da macchine, dove si svolgeva la giornata percorrendo in lungo e in largo vie e piazze in assoluta sicurezza, dove si poteva giocare a pallone, dove non ci si sentiva mai soli, ma parte di in una grande famiglia. La tematica, rispetto alla prima edizione del 1970 ed alle altre dell'Armando editrice, rimane sempre la stessa, narrata con uno stile che vivace, profondo e nel contempo godibile.
Onorati, insomma, si fa capire da grandi e piccini ed il fatto che molte delle sue opere siano giunte ed abbiano superato la quinta edizione e siano state tradotte in diverse lingue, dimostra la vitalità che queste riescono a mantenere nel tempo. Ho chiesto ad Onorati qual è il segreto del successo di "Nel frammento la vita" così come di altri libri ed egli ha risposto: "Non lo so. Il successo è come una schedina, come il superenalotto, indipendente - nella vittoria- sia dal merito sia dal numero dei tentativi fatti. Penso questo riguardo al presente. Pensando a lungo, credo che il tempo impietoso faccia giustizia, selezioni le cose, mandando nell'oblio i frutti immeritati della fortuna e riesumando, o riaffermando, i veri capolavori. Ristampare di tanto in tanto i miei libri mi fa ben sperare!" "Quanto a Nel frammento la vita, credo che il suo successo sia dovuta all'autenticità che il lettore ritrova nelle sue pagine, soprattutto il lettore giovane, ancora puro nei suoi pensieri e in grado di entrare in contatto diretto con la realtà raccontata".


Nel frammento la vita.
Le canagliette di piazza San Paolo
Aldo Onorati
Albano Laziale, Anemone Purpurea, 2010

Per la rubrica Cibo per la mente - Numero 96 novembre 2010