RIVISTA D'AREA DEI CASTELLI ROMANI

Arte

È il momento della ri-creazione

scuola in arte e rifiuti: laboratori di ricreazione per non rifiutare i rifiuti

Il progetto affronta il tema dell'educazione ecologica trasmessa attraverso l'arte, la sua metodologia e i suoi protagonisti, focalizzando l'attenzione sul tema della gestione dei rifiuti e della raccolta differenziata.
L'arte si rivela la chiave didattica per una necessaria presa di coscienza delle attuali esigenze ambientali. Usare i materiali di scarto prodotti dall'uomo per creare nuove soluzioni e nuove modalità comunicative con forme e oggetti "utili", pone gli allievi necessariamente di fronte alla vera problematica ecologica. "L'inutile", quindi, diviene il pretesto per la comprensione e l'ideazione di nuove e più responsabili soluzioni di vita.

Arte, Ambiente e Scienza si integrano con l'obiettivo più ampio di formare cittadini


" responsabilmente ecologici".


Scopo è insegnare il valore delle risorse della terra e della possibilità di interagire con esse in maniera creativa ed eco sostenibile, ed imparare le tecniche di lavorazione di ciascun materiale.

La materia "rifiuto" che si trasforma in testimonianza creativa è il filo conduttore degli incontri con esperti della comunicazione ambientale, quali Maurizio Pier Domenico, responsabile della società Achab Comunica, Anna Zandanel, chimica e responsabile della società Spazio Studio Idea, e laboratori con artisti, Alice Di Clementi, giovane creativa d'arte contemporanea, Cecilia Bossi, docente di educazione artistica, e l'artista-designer e architetto Riccardo Dalisi, del quale la casa di produzione cinematografica De Laurentis sta presentando il film "Latta E cafè" anche durante il festival del cinema di Roma e la triennale di Milano.

La creatività si esprime attraverso l'utilizzo di materiali e oggetti riciclati, materiali inerti che prendono nuova vita grazie alla fantasia e alla manualità.
Questo progetto costituisce un punto di partenza per sensibilizzare il bambino ed abituarlo ad affrontare temi importanti inerenti la problematica ambientale, con lo scopo di modificare comportamenti non rispettosi dell'ambiente.

In natura tutto è inserito in un ciclo, noi dobbiamo inserirci in questo ciclo in armonia con la natura. Un tempo l'uomo, come parte integrante dell'ecosistema, lo rispettava e cercava di riutilizzare le materie che adoperava non sprecando nemmeno i propri rifiuti. Con l'industrializzazione la società si è trasformata e con lei sono aumentati i rifiuti ed è cambiata la loro tipologia. L'uomo, oggi, usa le materie prime della Terra in modo dissipativo e non conservativo. Sensibilizzare i bambini e le famiglie, attraverso la scuola, in un percorso di creatività, ad un raccolta differenziata e alla trasformazione dei rifiuti è un esempio di ricucitura di uno dei cicli che la società moderna ha spezzato.

________________________________

I laboratori artistici sono realizzati dall'Associazione Arianna onlus per le classi quinte del primo e secondo circolo di Ciampino. I laboratori si inseriscono nel progetto "Arte alle mani" promosso dalla Provincia di Roma e patrocinato dal Comune di Ciampino presso il Casale dei Monaci.

Per la rubrica Arte - Numero 87 dicembre 2009