RIVISTA D'AREA DEI CASTELLI ROMANI

Teatro

Affari di Scimmie

Foto di scena

"Dalla maturità all'asilo" è la cifra ironica che distingue la "Scuola dell'Evoluzione", palcoscenico dal quale si susseguono le rappresentazioni degli "Affari di Scimmie", parodia teatrale di una scuola immaginaria che muta in "Centro Benessere".

Emanuela Elisei e Alessandro Gentili hanno raccolto l'esigenza dei giovani di Velletri di misurarsi con un percorso pedagogico attraverso la rappresentazione teatrale, capace di sollecitare una attenzione nuova all'apprendimento e al "sapere" che fin dai tempi remoti il teatro aggiunge alla conoscenza didattica.

La costituzione della "Compagnia Teatrale dell'Anello al Naso" - sorta nell'ambito dell'Associazione Culturale Aquerò - ha dato una seria risposta al quesito giovanile realizzando uno spettacolo: "Affari di Scimmie" appunto, ove la fantasia, sviluppatasi durante il periodo delle prove e dei tentativi di dare una struttura alla rappresentazione, ha permesso ai giovani di manifestarsi, e non pochi sono gli spunti e gli approcci ilari e grotteschi che sono stati inseriti nel tessuto narrativo del lavoro finale, ancorché ricco di sorprese e volutamente lasciato libero all'apporto di intersecazioni ricche di allusioni e parodie, particolarmente riferite a motivi di attualità.

La sceneggiatura finale ha evidenziato anche la capacità di raccordare gustosi momenti narrativi ed
esibizioni di danza individuale e corale elaborata dalla Academy School di Anna Maria Conforto,
che ha indirizzato le movenze dei giovani lungo un itinerario musicale, tra pop e rap, decisamente apprezzato dalle nuove generazioni.

"Affari di Scimmie" spazia in ambiti variegati, basti citare due opposti: dalla parodia ispirata alla "Nascita di Roma" qui ricostruita nella sua essenzialità, fino al grottesco personaggio Magliana Jones ispirato al più famoso "Indiana" , qui trasformato in un confuso e pasticcione cacciatore di ...inesistenti avventure.

E proprio questo "scorazzare" da argomento ad argomento, ha permesso alla "Compagnia dell'Anello al Naso" di raccogliere successo ovunque abbia rappresentato il suo lavoro, da ultimo
ad Anzio, al Festival Regionale promosso dalla Federazione Italiana Teatro Amatori, a cui la Compagnia è affiliata, unica tra le compagnie composte da ragazzi minorenni.

Si può ben dire, dunque, che la "Compagnia dell'Anello al Naso" - riconoscibile attraverso la spiritosa maschera disegnata dall'umorista Lucio Trojano - non solo è avviata su di un percorso
di brillanti esibizioni da palcoscenico, ma soprattutto finalizzata a dare testimonianza di un valido e necessario apporto pedagogico ed educativo per le generazioni più giovani. Motivo che non dovrebbe lasciare indifferenti le famiglie, gli insegnanti, le autorità, gli amministratori pubblici nella loro costante ricerca di mezzi idonei a rendere la nostra società più libera, più coesa, più responsabile.

___________________


Dante Fasciolo
Giornalista. Nato a Rieti nel 1940, è autore, regista, curatore, produttore esecutivo TV. 35 anni di esperienza RAIUNO, dove lavora in programmi di vario genere: culturali, spettacolo, intrattenimento, informazione. Redattore e Direttore responsabile di alcune agenzie giornalistiche e riviste. Segretario Generale del Movimento Azzurro, associazione ambientalista per la pace, la giustizia, i diritti, la solidarietà. Presidente dell'Unione Cattolica degli Artisti Italiani di Roma-La Pigna (Ucai) e Direttore della Rivista "Arte e Fede", organo nazionale dell'Ucai. Responsabile di vari siti internet tra cui: movimentoazzurro.org - maremarinai.it - ucairoma.it - ucainazionale.it - parchidellospirito.it. Autore di pubblicazioni varie tra cui :"A Cuore Aperto " interviste televisive a Madre Teresa di Calcutta, Abbè Pierre, Helder Camara ed "Ho scelto la speranza " l'ultima intervista di Raoul Follereau.

 

Per la rubrica Teatro - Numero 82 giugno 2009