RIVISTA D'AREA DEI CASTELLI ROMANI

Editoriale

Sagre e profane L’ARENA E IL TEATRO

Ancora un esperimento per valorizzare la progettualità espressa dai Castelli Romani

Perchè il Consorzio SBCR riprende il percorso di Sagre & Profane? Potremmo elencare più di una buona ragione, ma ci sembra utile sottolinearne una: quella di maggiore senso per un territorio che vuole fare sistema.
L'iniziativa di Sagre & Profane, così come è stata concepita e realizzata nell'autunno inverno 2007, ha sperimentato una modalità fortemente innovativa di valorizzazione territoriale, promuovendo in forma esperenziale l'articolata progettualità che il territorio dei Castelli romani esprime. Non è Sagre & Profane un progetto circoscritto e autoreferenziale; prevede certo al suo interno l'organizzazione di alcuni eventi, ma quegli eventi non si aggiungono semplicemente, bensì sono concepiti in funzione di collante tra le tante altre manifestazioni già in programma, per le quali si investono risorse ed energie, ma che spesso rischiano di essere poco conosciute, confuse e sovrapposte e finiscono per non essere apprezzate per il valore che esprimono. Ancora una volta come già accaduto nell'anno precedente questa operazione di "ricucitura" la si fa, o meglio si prova a farla "a posteriori" nel tentativo di offrire l'immagine di un territorio in grado di formulare sul terreno dell'offerta culturale, una proposta organica dotata di senso logico. L'auspicio è che questo esperimento induca enti, associazioni, singole professionalità ad apprezzare il valore aggiunto del fare rete e ad attrezzarsi per utilizzare meglio gli strumenti che oggi sono a disposizione per programmare insieme. Il consorzio SBCR ne mette a disposizione alcuni (che si spera vengano maggiormente utilizzati ): i tavoli dei funzionari alla cultura, l'area loro riservata sul sito, la mappa dell'associazionismo, l'inserto Castelli informa, la rivista d'area sulla quale stiamo scrivendo. Il tutto grazie anche al contributo della Provincia di Roma e della Regione Lazio, l'una sostenendo queste iniziative appena elencate volte a favorire i processi di rete in funzione del distretto culturale, l'altra con interventi di sostegno al processo occupazionale dentro le biblioteche del consorzio.
Per dicembre 2008, delle quattro aree tematiche con le quali Sagre & Profane legge l'intera gamma delle iniziative culturali dei Castelli Romani (i piaceri del bosco, i sapori della terra, i miti e i riti, l'arena e il teatro) si svilupperà l'ambito relativo a l'arena e il teatro, dedicato alle arti che si incontrano, si confrontano, si sfidano e si contaminano. Quindi tradizione e modernità, tra passato e futuro, nelle varie arti e culture che popolano l'area dei Castelli Romani. Ancora una volta i protagonisti saranno le associazioni culturali presenti sul territorio che contribuiranno in modo determinante a sviluppare non solo il tema, ma soprattutto le logiche di contaminazione. Il mese sarà quello di dicembre, i fine settimana i giorni dedicati agli eventi di collegamento.
Gruppi musicali, cantanti, corpi di ballo, gruppi teatrali, letterati e poeti, gruppi etnici presenteranno le loro performance basate appunto sulla contaminazione culturale, nell'accezione più ampia del termine, in luoghi della cultura e del paesaggio, aree archeologiche, teatri, piazze, ecc.
La promozione, come già sperimentato, verrà affidata ai diversi media: la nostra rivista VivaVoce, locandine, brochure, redazionali su quotidiani e riviste nazionali e locali, un ufficio stampa, un sito internet dedicato all'evento, una segreteria organizzativa raggiungibile telefonicamente.

Il progetto Sagre & Profane si realizza grazie al contributo della Provincia di Roma, ai sensi del bando (l.r. 32/78) Progetti culturali per la promozione dei soggetti espressione del territorio - anno 2008

Per la rubrica Editoriale - Numero 76 novembre 2008