RIVISTA D'AREA DEI CASTELLI ROMANI

Storia locale

Chi era Bruno Martellotta

Bruno Martellotta (Lugano 1915-Grottaferrata 2002).
È stato il fondatore del Centro Socio-Culturale di Grottaferrata in cui sono confluite quasi tutte le associazioni culturali e sociali presenti sul territorio.
Negli anni '50 fu il principale animatore del Circolo Studentesco Grottaferrata (C.S.G.), organismo nel quale i giovani potevano operare e collaborare superando le appartenenze ideologiche e politiche. Infaticabile animatore culturale, la sua prima iniziativa fu quella di costituire una piccola biblioteca, gestita inizialmente da volontari, che sarebbe divenuta nel 1968 la Biblioteca Comunale di Grottaferrata.
Nel 1970 aderì al Gruppo Archeologico Latino, associato ai GAI (Gruppi Archeologi d'Italia) fondando la sezione criptense (di Grottaferrata) e collaborando alla costituzione del primo nucleo del Museo Civico di Albano Laziale. Il G.A.L. si è occupato dello studio e della salvaguardia del patrimonio archeologico del Latium Vetus, in particolare di Grottaferrata. Bruno Martellotta ha lasciato in eredità al Gruppo la sua abitazione, nuova sede dell'associazione, che per riconoscenza ha mutato il suo nome in Gruppo Archeologico Latino Colli Albani - "Bruno Martellotta".
Ha realizzato un importante pubblicazione scientifica sul rinvenimento e il recupero del corredo de "La tomba principesca del Vivaro di Rocca di Papa", edita dall'Istituto Nazionale di Studi Romani*.
La sua attività più importante è stata la valorizzazione della catacomba tuscolana "Ad Decimvm", uno dei monumenti cristiani più integri del suburbio, sottraendola all'incuria attraverso la formazione sistematica di un gruppo di guide volontarie che ne assicurano la conservazione e la fruibilità. Per la sua attività la Pontificia Commissione di Archeologia Sacra, lo nominò Ispettore onorario.
Ha contribuito in maniera fondamentale, con i suoi studi sul territorio**, alla conoscenza e alla divulgazione della storia di Grottaferrata e dei Castelli Romani, istituendo corsi approfonditi per la formazione di guide per l'Abbazia di San Nilo, del Tuscolo e del patrimonio archeologico di Nemi.
Per ricordarlo e ad encomio della sua opera il Comune di Grottaferrata ha istituito il premio "Basco d'argento", creazione orafa riproducente l'elemento caratteristico del suo abbigliamento. Questo speciale riconoscimento è attribuito ad un cittadino che si sia particolarmente distinto nella promozione sociale e culturale del paese.
Nel 2003 l'Amministrazione Comunale di Grottaferrata gli ha intitolato la Biblioteca Comunale.

______________
* La tomba principesca del Vivaro di Rocca di Papa / Franco Arietti, Bruno Martellotta. - Roma : Istituto Nazionale di Studi Romani, 1998
** In particolare sulla cartiera e ferriera di Grottaferrata ha realizzato la pubblicazione: Gli insediamenti industriali nel Vallone di Grottaferrata : la cartiera e la ferriera / a cura di Bruno Martellotta, Gianluca Di Feo, Maria Grazia Roncaccia. - [Grottaferrata] : Regione Lazio-Assessorato alla cultura : Biblioteca Comunale, stampa 1989.

La scheda è stata redatta reperendo le informazioni contenute in una delibera comunale e con l'apporto e la consulenza di Maria Grazia Roncaccia.


Per la rubrica Storia locale - Numero 71 maggio 2008