RIVISTA D'AREA DEI CASTELLI ROMANI

Libri Lettori Biblioteche

Dalla scuola i libri "esca"

Piccoli lettori crescono

Immagine tratta da

A due mesi dalla sua presentazione, il progetto lettura avviato ai primi di dicembre con il circolo didattico di Ariccia entra nella fase decisiva e forse più delicata.
Dopo i primi incontri di aggiornamento sulla nuova editoria per ragazzi e sul moderno bambino lettore, di fronte ad una vasta panoramica di proposte editoriali, gli insegnanti hanno scelto finalmente i libri con i quali avviare il lavoro con i ragazzi e le famiglie. E' stata una scelta meditata, discussa, operata secondo criteri precedentemente fissati e condivisi.
Certo, come tutte le scelte che procedono per esclusione, è rimasto un po' d'amaro per quei libri, pure amati ed apprezzati, ma non immediatamente spendibili per le finalità del progetto. Sono i libri che conserviamo nel cassetto, pronti per nuovi percorsi.

Cinque i titoli eletti, i libri esca potremmo dire, quelli che dovrebbero far scattare la scintilla, o ravvivare la fiamma, o alimentare il piacere, già conosciuto, di una buona lettura, soprattutto di una lettura goduta insieme a chi ci è più caro:

- L'incredibile storia di Lavinia
- Gatto tigrato e miss rondinella
- La famosa invasione degli orsi in Sicilia
- La tela di Carlotta
- La conferenza degli animali

Ognuno, nel suo genere, un piccolo capolavoro della letteratura, firmato dalla penna di grandi scrittori: Bianca Pitzorno, Dino Buzzati, Elwin Brooks White, Erich Kästner e Jorge Amado, alcuni dei quali già conosciuti come scrittori per ragazzi, altri invece che solo occasionalmente hanno scritto con l'occhio rivolto ai bambini.
Amado l'ha fatto per offrire un dono al proprio figlio, Buzzati quasi per gioco, cimentandosi con il genere della favola e dell'apologo, confermando che il saper narrare non conosce confini e destinatari, perché questi libri, che vi invitiamo a leggere o a rileggere per chi l'avesse già fatto, sanno parlare alle donne e agli uomini di tutte le età, dagli 0 ai 90 anni.

Rosaria Carbone |