RIVISTA D'AREA DEI CASTELLI ROMANI

Libri Lettori Biblioteche

Castel Gandolfo

Il terzo livello di una biblioteca moderna

Intervista all'Assessore alla Cultura Angelo De Angelis

D: Assessore, il Comune di Castel Gandolfo ha deliberato l'ingresso nel Consorzio SBCR, quale modello di biblioteca pensa di poter attivare per i suoi cittadini? Ha già un progetto nel cassetto?

R: La biblioteca è il mio sogno nel cassetto. E' il primo obiettivo che mi sono promesso di raggiungere. Oggi so che può diventare realtà, grazie alle professionalità di cui dispone il Consorzio e con le quali abbiamo già elaborato un progetto, del tutto innovativo e concretamente realizzabile, perché la nostra biblioteca nascerà dentro una struttura gia organizzata e funzionante...

D: Ce ne può in breve descrivere i punti salienti?

R: Certamente. Il progetto è abbastanza articolato. Verranno aperti due punti di prestito, uno a C.Gandolfo Centro e un altro presso la località Mole di C.Gandolfo. Il primo si prefigura come un vero e proprio punto informativo, collocato presso la sede dell'URP, dal quale sarà possibile consultare il catalogo elettronico del Consorzio e prenotare i libri, attraverso l'OPAC del sistema, il secondo avrà invece le caratteristiche di una biblioteca tematica e dinamica, di una biblioteca che periodicamente rinnoverà la documentazione presente sugli scaffali proponendo agli utenti percorsi bibliografici su argomenti e/o discipline scelti o perché oggetto di particolare interesse da parte di alcune categorie di cittadini, o perché richiesti dal mondo della scuola o perché alla ribalta dei media o perché legati alla storia e alle tradizioni del luogo ecc.

D: Siamo lontani dal modello della public library..

R: Credo di sì, la biblioteca infatti, più che rispondere ad un'esigenza diffusa e generica di informazione e crescita culturale, si presenterà alla comunità locale con ben altri caratteri.
Nell'organizzazione degli spazi, come nella collocazione dei libri e degli altri documenti, nella disposizione dei punti di interrogazione on line e nelle postazioni internet, la biblioteca offrirà al lettore i suoi servizi con modalità molto vicine a quelle di una moderna libreria, di luogo accogliente ed invitante, che induce ad essere perlomeno visitato, conosciuto, fino a diventare quasi familiare: potrebbe essere definito il terzo livello di una biblioteca moderna quello che l'utente incontra appena entrato, che lo invita a sedersi e leggere qualcosa, a sostare con gli amici per uno scambio di idee o per programmare un successivo incontro, quello che cambia continuamente la proposta documentaria, che cambia l'offerta culturale, che sa incuriosire, che sposta l'angolo di lettura del mondo...

D: Programma ambizioso Assessore e ricco di novità per tutto il Sistema. Quali I tempi di realizzazione?

R: Per ora abbiamo pronto il progetto di massima e il relativo piano economico. L'impegno è di trovare le risorse nel prossimo bilancio. Già la sede è stata individuata e in collaborazione con il Consorzio stiamo definendo un piano di gestione per i prossimi tre anni. Non vorrei essere troppo ottimista, ma nei primi mesi del prossimo anno credo sia concretamente possibile avviare il nuovo servizio.