RIVISTA D'AREA DEI CASTELLI ROMANI

Cibo per la mente

Diventare giovani : come aggiungere vita agli anni e anni alla vita

Fabio Cappelli
Roma, Edizioni Mediterranee, 2001

Ed ecco un libro per tutti ma in questo caso quando si dice tutti si intende proprio tutta l'umanità.
Perché ditemi voi chi non ha sognato per un attimo di fermare il tempo, chi non ha desiderato almeno una volta nella vita che quell'elisir di giovinezza esistesse veramente, chi di voi non vorrebbe che la saggezza e l'esperienza messe insieme dagli anni e dalla vita, convivessero con una mente sveglia e attiva e un corpo agile e giovane?
Il mito dell'eterna giovinezza, che è poi in fondo un recondito desiderio di immortalità, era riservato agli dèi dell'Olimpo, noi comuni mortali non siamo divinità e dobbiamo fare invece i conti con gli anni che passano, il fisico che si appesantisce, le forze che vengono a mancare, l'entusiasmo che cala e la lucidità del pensiero che viene meno.
Si può andare avanti peggio di così?
Ma ecco a voi uno scrittore del calibro di Fabio Cappelli, insegnante di Educazione Fisica nelle scuole superiori statali e diplomato ISEF con il massimo dei voti.
Lui sì la sa lunga su come funziona il nostro corpo ed anche la nostra psicologia.
Con rigore scientifico, una buona dose di ironia e un po' di magia, il gioco, perché di gioco si tratta, è fatto: campiamo a lungo belli, sani perfino felici e contenti.
Eppure il talismano che ci consegna a tutto questo è serio e impegnativo, più di quanto ci aspettassimo... si tratta della nostra volontà.
Una piccola rivoluzione costante e intelligente nella nostra vita e nelle abitudini di tutti i giorni ci ridona la salute e la gioia e a questo punto perfino la metodologia, "l'esercizio della volontà", ci torna utile per restare sempre giovani.
Su allora cominciamo dal primo sforzo, leggiamoci il libro tutto per intero... in fondo lo stiamo facendo per noi stessi. Lascio a voi il compito di scoprire i numerosi segreti che ci faranno riflettere sul nostro modo di condurre le giornate e non si tratta solo di sport e di alimentazione: "Diventare giovani" entra in competizione con i nostri abiti mentali e ci spinge a riflettere su come gestire la vita, le relazioni con gli altri, il tempo libero, la convivenza civile, il rispetto per la natura, il piacere della cultura, l'importanza eccessiva che nella società occidentale viene data all'intellettualismo dimenticando del tutto che oltre a una mente abbiamo anche un corpo che va amato e rispettato.
Io difatti non mi sono fermata alla lettura del libro, subito dopo ho ripreso una vecchia abitudine trascurata da tempo... fare lunghe passeggiate all'aria aperta, in mezzo alla natura!

Per la rubrica Cibo per la mente - Numero 25 ottobre 2003