RIVISTA D'AREA DEI CASTELLI ROMANI

Vent'anni insieme

2017

It

Dalla rubrica Cinema

Ad ottobre è uscito nei cinema IT, il film tratto dall'omonimo romanzo di Stephen King, diretto da Andy Muschietti, giovane regista argentino.


Stephen King racconta in più di mille pagine le vicende della cittadina di Derry, dove in tempi diversi sono avvenute strane sparizioni ad opera di IT, un essere mutante che vive nelle profondità della terra e che periodicamente si risveglia e sfoga la sua violenza personificando le paure che si annidano negli abitanti della cittadina. La morte di Georgie fa mettere sulle traccie di IT un gruppo di ragazzini, i losers, capeggiati da Bill, fratello di Georgie.


Stephen King struttura il romanzo muovendosi su due assi temporali, gli anni cinquanta e ottanta che corrispondono all'adolescenza e all'età matura dei protagonisti, sei ragazzini e una ragazzina dai capelli rossi.
Nel 1990, una serie tv tenta di riportare sullo schermo l'intero romanzo, divenendo famosa per aver dato un volto a Pennywise, il pagliaccio ballerino, una delle mutazioni di IT, ma per il resto deludendo i lettori.


Muschietti, al contrario, si concentra sul periodo adolescenziale dei losers, che il regista ambienta negli anni ottanta, rinviando al sequel, ambientato ai giorni d'oggi, l'incontro del gruppo dei perdenti, ormai adulti, con IT. Questa scelta risulta vincente nell'economia del film.


Lo spettatore resta coinvolto nelle vicende dei losers; segue l'evoluzione di quest'amicizia. I losers, inizialmente, appaiono separati e quasi trasparenti, dovendosi difendere dalle angherie praticate da tre teppisti. Durante le vacanze estive essi trascorrono molto tempo insieme, tra gite in bici e bagni lungo il fiume, diventando solidali. Capiscono che alla radice delle sparizioni avvenute a Derry c'è IT, un'entità mostruosa che si nutre delle paure umane e assume le sembianze del pagliaccio Pennywise. Inizia la caccia, il gruppo è unito e insieme arrivano ad una vecchia casa che nasconde la verità sulle origini di IT. Il gruppo si divide, l'amicizia tra alcuni cede ma alla fine si ritrovano uniti. Entrano nella casa e superano le prove a cui li sottopone Pennywise. Capiscono che la violenza del pagliaccio è inversamente proporzionale all'entità delle loro paure.


Il film si apre con la tragica morte di Georgie in cui l'estrema crudeltà del pagliaccio sembrerebbe caratterizzare il film. Le scene, in cui compare Pennywise, sono cruente come nei migliori film horror già visti sul grande schermo, appartenenti al genere splatter, ma proseguendo nella visione, l'occhio attento intuisce che il nucleo, la vera forza del film sono i losers. Gli attori scelti da Muschietti ben interpretano il gruppo dei perdenti. Il ritmo del film, reso più incalzante dalla colonna sonora, è in continuo crescendo e finisce col catturare lo spettatore.


IT è innanzitutto un romanzo di formazione, sull'amicizia. Alcuni temi che nel romanzo sono raccontati con estrema crudezza, occupando intere pagine, come il bullismo, il razzismo, le violenze private, nel film si percepiscono ma restano marginali rispetto alla trama. Il mondo degli adulti, ignari di quello che accade, appare violento ma relegato in un spazio minimo: sono le paure domestiche a spaventare.


Il film appare autonomo rispetto al romanzo: gli affezionati di King potranno ritrovare i personaggi che hanno amato e l'atmosfera del libro; gli spettatori che non lo hanno letto saranno spinti a farlo. Non resta che aspettare l'uscita della seconda parte prevista per il 2019.


SCHEDA DEL FILM

Regia: Andy Muschietti
Attori: Bill Skarsgård, Owen Teague, Jaeden Lieberher, Finn Wolfhard, Wyatt Oleff.
Genere: Horror - USA, 2017.
Durata: 2h 15m

Per la rubrica Vent'anni insieme - Numero 135 gennaio 2018