RIVISTA D'AREA DEI CASTELLI ROMANI

Vent'anni insieme

2009

Avatar

Dalla rubrica Cinema

Dodici anni dopo il clamoroso successo di Titanic, Cameron riesce incredibilmente a superarsi. Il progetto successivo, infatti, al quale il visionario regista canadese pensava dal 1995 (accantonato per via di Titanic, ma sopratutto perché non era ancora disponibile la tecnologia necessaria per permettergli di girare il film che aveva in mente), è ancora più imponente e ambizioso.


Costato tra i 400 e i 500 milioni di dollari tra produzione e lancio pubblicitario, Avatar è diventato il maggior incasso di sempre: quasi 3 miliardi di dollari in tutto il mondo!


Se certamente delude la sceneggiatura, scontata e prevedibile (in molti hanno notato come il film di Cameron sembri una versione fantastica e ipertecnologica di Pocahontas con la sconfitta del cattivo invasore di turno, la vittoria del buon selvaggio e l'inevitabile storia d'amore tra il giovane eroe straniero e la bella indigena), così come il semplicistico messaggio ecologista-pacifista, di certo in un film del genere sono altre le cose che contano. E certamente Avatar in sala è un esperienza di cinema totale, travolgente e assoluta, che ha lasciato tutti senza fiato. Un po' come, negli anni '70, fece Star Wars e non è un caso che si sia citato a paragone il celebre film di Lucas, guarda caso tra i preferiti del regista canadese.
Ma merito, forse ancora maggiore, di Cameron è di essere riuscito a creare, spingendo gli effetti speciali e le nuove tecnologie visive della computer-graphics e dall'alta definizione in 3D verso territori mai prima di allora esplorati, uno straordinario, inedito, ma plausibile, mondo extraterrestre, sconvolgendo i classici stereotipi dei film di fantascienza e rimodulando per sempre il nostro immaginario extraterrestre: il popolo dei Na'vi, metà uomini e metà felini dalla pelle azzurra, che vive in meravigliosa simbiosi con la natura nel lussureggiante pianeta di Pandora (metafora fin troppo scoperta di quello che non potrà essere più il nostro pianeta, guarda caso, proprio blu), non si dimentica facilmente e resterà per sempre nella storia del cinema di fantascienza.


A dispetto del clamoroso successo commerciale, il film ha vinto solo tre Oscar (scenografia, fotografia ed effetti speciali), battuto per i premi più importanti proprio dal film The Hurt Locker dell'ex-moglie Kathryn Bigelow.
Nei prossimi otto anni sono previsti quattro attesissimi sequel (il primo dovrebbe arrivare nelle sale a dicembre 2020) per un budget che, per l'intera operazione, supererà certamente il miliardo di dollari.

 


SCHEDA DEL FILM

Regista: James Cameron
Attori: Sam Worthington, Stephen Lang, Zoe Saldana, Sigourney Weaver, Giovanni Ribisi e Michelle Rodriguez.
Genere: fantascienza USA, 2009
Durata: 2h 42m
Premi oscar: scenografia, fotografia ed effetti speciali

Per la rubrica Vent'anni insieme - Numero 135 gennaio 2018