RIVISTA D'AREA DEI CASTELLI ROMANI

Biblioteca di Trimalcione

La ricetta

menu della vigilia

Tratte dal libro Il teorema del babà di Franco Di Mare

[...] Il pranzo del 25 "da Liborio" era un banchetto fastoso e leggendario, perfetto...una macchina del tempo in grado di far ritornare bambini gli adulti e riportarli, con l'incantesimo dei sapori e dei profumi, nelle cucine delle loro nonne, quando il pranzo di Natale era sacralità famigliare, godimento per l'anima e il palato. [...]

 


 

Spaghetti alle vongole nere
Ingredienti per 4 persone
60 vongole nere; 1 carota; 1 zucchina; 1 porro; 1 cucchiaio di prezzemolo tritato; 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva; mezzo dl di vino bianco secco; sale e pepe q.b.

Dopo averle ben lavate fate cuocere le vongole con il vino bianco in una pentola coperta. Una volta schiuse, sgusciatele e recuperate il liquido di cottura dopo averlo opportunamente filtrato. Tagliate le verdure a striscioline e sbollentatele in acqua salata. Face cuocere gli spaghetti, scolateli al dente e raffreddateli nell'acqua corrente. Mescolate l'olio con 2 cucchiai d'acqua delle vongole e le verdure. Condite con la salsa ottenuta gli spaghetti e disporli nei piatti; distribuitevi sopra le vongole, pepate e cospargete con il prezzemolo tritato.

 


 

Capitone fritto
Ingredienti per 4 persone
1 capitone da 1 kg circa; 1 bicchiere di olio, succo di limone; farina; sale e pepe q.b.

Pulite il capitone, tagliatelo a pezzi e infarinatelo. Versate l'olio in un tegame e fate rosolare il capitone; salate e pepate continuando la cottura a fuoco lento. Ultimata la cottura, servite dopo averlo irrorato con succo di limone.

 


 

Spigola all'acquapazza
Ingredienti per 4 persone
2 spigole grandi; pomodorini a grappolo; 4 cucchiai di olio extravergine di oliva; 1 bicchiere di acqua; 50 ml. di vino bianco; 2 spicchi d'aglio; origano; prezzemolo; sale q.b.

Eviscerate il pesce e dopo averlo squamato, lavatelo e asciugatelo; quindi salatelo internamente ed esternamente. Ponete le spigole in un tegame con olio, aglio, pomodorini, e trito di prezzemolo. Aggiungete quindi l'acqua ed il vino. Raggiunta l'ebollizione, continuate la cottura a fuoco dolce per una ventina di minuti. A cottura ultimata, sfilettate le spigole, irroratele con il sugo di cottura, un filo di olio extravergine di oliva e spolverizzate con l'origano.

 


 

Insalata di rinforzo
Ingredienti per 4 persone
1 cavolfiore lessato al dente; qualche filetto di acciuga sott'olio; 150 g di olive nere denocciolate; 150 g di olive verdi denocciolate; 1 cespo di scarola riccia (facoltativo); 150 g di papaccelle ricce* tagliate a listarelle; capperi; sottaceti; 1 tazzina d'olio extravergine d'oliva; aceto q.b., sale e pepe q.b.;

Ponete le cimette del cavolfiore in una insalatiera, unitevi l'eventuale scarola spezzettata, i filetti di acciuga, le olive, i peperoni, i capperi, i sottaceti. Condite con olio, aceto, sale e pepe. Lasciate riposare per almeno due ore prima di servire.
*Papacella napoletana: peperone di piccole dimensioni, molto carnoso e saporito, particolarmente adatto per le conserve sotto aceto o in salamoia. Ha ottenuto il riconoscimento di prodotto agroalimentare tradizionale della Campania.

 


 

Struffoli
Ingredienti per 10 persone
300 g di farina; 5 uova; 40 g di burro; mezzo bicchierino di limoncello o rhum; scorza di limone grattugiata; olio (o strutto) per friggere; 1 cucchiaio di zucchero; un pizzico di sale.
Per le decorazioni: 200 g di miele; confettini colorati (A Napoli si chiamano "diavulilli"); confettini cannellini (confettini bianchi all'aroma di cannella), canditi.

Versare la farina sulla spianatoia, unirvi le uova, il burro; 1 cucchiaio di zucchero, il limoncello o rhum, la scorza di limone grattugiata; il sale. Mescolate e lavorate l'impasto che deve risultare omogeneo e piuttosto morbido. Fate riposare per mezz'ora. Ricavate quindi dall'impasto tanti bastoncelli spessi un dito, tagliateli a cubetti e friggeteli in abbondante olio (o strutto). Fate sciogliere il miele a bagnomaria e dopo aver tolto la pentola dal fuoco, immergetevi gli struffoli facendoli impregnare bene: devono assorbire tutto il miele. Poneteli quindi in un piatto e con le mani bagnate date la forma di ciambella, cospargete la superficie di confettini e canditi e lasciate rapprendere il miele.