RIVISTA D'AREA DEI CASTELLI ROMANI

Beni culturali

Minicifre della cultura 2013

Giunta al quinto anno di edizione, la pubblicazione Minicifre della cultura, curata dall'Ufficio Studi del Segretariato generale, si conferma come uno strumento utile per acquisire informazioni e cifre sintetiche - qui riferite all'anno 2012 - su molteplici aspetti della cultura, dalla tutela e valorizzazione del patrimonio culturale al turismo, alle attività creative e alle imprese culturali.
Il progetto originario, fortemente sostenuto dal compianto Walter Santagata, studioso di rilievo internazionale e assiduo collaboratore del Ministero, allora presidente del Comitato tecnico-scientifico per l'economia della cultura, ha costituito un ulteriore stimolo alla verifica e implementazione dei dati quantitativi prodotti dall'Amministrazione e alla diffusione, al suo interno, di una visione più aperta al mondo della produzione e dei consumi culturali.
Le informazioni proposte non si limitano infatti al raggio d'azione tradizionale del MiBACT ma si allargano, per quanto possibile, al contesto generale e a tutti i soggetti coinvolti: enti territoriali, imprenditori, fruitori.
Da una lettura puntuale o trasversale - che potrà essere eventualmente approfondita, consultando direttamente le fonti utilizzate - si possono trarre molte considerazioni, talvolta positive, talvolta amare, sulla situazione nel nostro Paese, sulla effettiva partecipazione dei cittadini alla cultura, sulla vitalità della produzione artistica e culturale, sulle risorse pubbliche destinate al settore e sul concorso dei privati.
Spunti di riflessione su temi e problemi con i quali sicuramente ci dovremo confrontare nella nostra futura azione di governo, volta a restituire alla valorizzazione del patrimonio culturale e della creatività italiana la centralità che merita.

Fonte: Estratto del documento ufficiale Minicifre 2013 - www.ufficiostudi.beniculturali.it

Per la rubrica Beni culturali - Numero 120 aprile 2014