RIVISTA D'AREA DEI CASTELLI ROMANI

Festival delle Biblioteche

APPELLO

Perchè SOSTENERE le biblioteche SBCR?

Appena fu buio creature fantastiche di immortali autori sciamarono nei locali deserti della biblioteca.
Rossella, in fiduciosa attesa del domani migliore, confidò alla sua amica Anna Karenina d'aver convinto Alice a celarsi fra mister Hyde e il dottor Jekyll.
"E vediamo se Poirot, Holmes e Wolfe insieme saranno capaci di trovarla " dichiarò con evidente malizia.
Gli investigatori la cercarono invano tutta la notte ma fu Montalbano a scovare l'avventurosa ragazzina.
"Come hai fatto ?" gli chiese Rossella ammirata
"Semplice, l'ho letto qui, loro non conoscono l'italiano..."
Le prime luci dell'alba rischiararono l'edificio e quegli imperituri personaggi rientrarono a malincuore nei rispettivi volumi, accompagnati dalle parole di Rossella "Coraggio, dopotutto la notte tornerà ancora..."

A questo fantastico spettacolo ho sognato di partecipare anni fa entrando per la prima volta nella biblioteca di Rocca Priora.
Ma già da prima consideravo quali tesori siano nascosti nelle migliaia di biblioteche di tutta Italia. Tesori inestimabili se li calcolassimo con la moneta della cultura, la più pregiata, la più stabile, la più incorruttibile.
E vorrei che questo pensiero trovasse accoglimento nella mente di coloro che si limitano a una effimera escursione tecnologica e non trovano il tempo per leggere un libro, di accogliere nelle proprie mani e nella propria mente pagine di scrittori immortali, di lasciarsi trasportare in un mondo dove l'animo dell'uomo trova conforto, ristoro, grandezza.

Perché la biblioteca è un santuario aperto a tutti, offre ogni tipo di lettura, può soddisfare ogni interesse, arricchisce la conoscenza.
Tuttavia, anche se questa missione è possibile grazie all'intervento pubblico, l'obiettivo che si pongono oggi le biblioteche è più ambizioso: il pieno coinvolgimento dei cittadini. Per far questo è necessario andare oltre i contributi istituzionali, c'è bisogno di ulteriori risorse che non possono che essere attinte dalla libera e spontanea partecipazione di tutti coloro che, per quanto distolti dalla frenesia della vita e dalle necessità pratiche che questa comporta, non possono dimenticare che la cultura resta la pietra miliare per un sano sviluppo della società. Un aiuto concreto dunque che consenta alle biblioteche di essere "di più".