RIVISTA D'AREA DEI CASTELLI ROMANI

Festival delle Biblioteche

APPELLO

È ANCORA NECESSARIO SPIEGARE?


La luce rossa pulsava minacciosa ma non emise nessun suono quando lei aprì la porta ed entrò. Le ampie finestre mostravano gli alberi ed il giardino al cui centro una fontana zampillava quasi con discrezione, vista l'ora, facendo udire solo il lieve scorrere dell'acqua che accarezzava i sensi. Di lato il campanile, poi case debolmente illuminate dai lampioni. All'interno il silenzio si andava riempiendo di leggere voci, in un angolo all'improvviso apparivano foreste e ghiacciai, dei cavalli galoppavano sulla riva del mare, dall'altro lato, da una lunga scala a pioli scendevano piccole figure che si incontravano gesticolando; dei bambini giocavano nell'angolo più luminoso; dietro ad uno dei tavoli una famiglia si trovava nell'ora del pranzo. Lungo le pareti apparivano riquadri con fiori, vignette, allegri ghirigori. Su un ripiano una coppia di giovani amanti si abbracciava lungamente e, proprio nell'angolo più vicino alla porta una donna dai capelli bianchi cercava qualcosa... da ogni angolo si udivano ritmi musicali diversi e soffusi, ma nessuna disarmonia.
Lei cercò di non disturbare e lentamente entrò in quella multiforme espressione di vita, sfogliando ogni pagina, in attesa dell'alba.
Quando Chiara e Sabrina aprirono, il mattino dopo, non si accorsero che qualcuno era entrato, ogni libro era perfettamente al suo posto, la biblioteca dava inizio alla sua attività senza inutili clamori.

Cos'è una biblioteca? Un dono per arricchirsi, una moltiplicazione di vita.
Qualcuno sta cercando di distruggere questo dono, è ancora necessario spiegare a cosa serve la tessera?