RIVISTA D'AREA DEI CASTELLI ROMANI

Eventi

Grottaferrata Citta del libro

L’eredità di S.Nilo connota l’edizione 2011 della Fiera

Dal 9 al 17 aprile 2011, a Grottaferrata (Rm) si tiene la prima edizione del Salone editoria dell'impegno, un salone nazionale dedicato alle case editrici che con le loro pubblicazioni affrontano temi sociali, politici, religiosi, culturali.
Nella storia dell'Italia contemporanea l'editoria ha svolto un ruolo spesso più determinante delle altre istituzioni culturali.
In campo politico, sociale, religioso, a partire dall'immediato dopoguerra, si sono moltiplicate iniziative editoriali nate con la finalità dichiarata di formare le intelligenze ai principi e ai valori della democrazia, dopo l'oscura parentesi del fascismo, di accompagnare il progetto politico di partiti e movimenti, di svecchiare sistemi filosofici e teologici, ecc.
L'editoria è stata, in quel periodo, uno strumento formidabile di crescita intellettuale civile e religiosa del nostro paese.
La situazione di crisi sistemica che attraversa il mondo contemporaneo, di un infinito attraversamento senza mete, ripropone l'attualità di quella esperienza.
In questo quadro, sostenere e dare visibilità all'editoria impegnata e "militante" privilegiandola rispetto a quella di evasione o condizionata da esclusivi interessi commerciali è ciò che giustifica la scelta di dare vita ad una manifestazione, com'è quella del Salone di Grottaferrata, che, peraltro, trova le sue radici nella storia della città che la promuove e la ospita.
Ambizione del Salone editoria dell'impegno è di contribuire a far si che il libro - in qualsiasi sua forma - torni ad essere un ponte che collega le coscienze al vivere comune.
Il Salone editoria dell'impegno recupera alla città di Grottaferrata il patrimonio culturale che l'Abbazia di San Nilo, attorno alla quale la città è sorta e si è sviluppata, le ha lasciato in eredità.
L'elemento più importante della storia dell'Abbazia, infatti, è sicuramente l'interesse per l'universo del libro. Ne sono testimonianza lo scriptorium, le biblioteche, gli archivi, il laboratorio di restauro del libro antico, lo scambio culturale tra Oriente e Occidente, sviluppatisi, in oltre mille anni di storia, alla sua ombra.
La partecipazione al progetto dell'Università di Roma Tor Vergata, insediata ed operante nel territorio, è garanzia dell'alto valore culturale che la Città attribuisce a questa manifestazione.

L'iniziativa contribuisce a definire l'identità di Grottaferrata come "città del libro", in collegamento con le altre simili esperienze già attive in diverse nazioni dell'Unione Europea.

Ma il Salone intende anche proporsi come luogo di riflessione, di dibattito, di orientamento, sull'importanza del contributo editoriale rispetto ai grandi temi che la modernità fa emergere nel tessuto sociale, politico, culturale.

Sotto questo profilo, è interessante guardare anche alla storia passata. Per questo ogni edizione del salone sarà dedicata ad un grande editore italiano. Quest'anno poniamo una particolare attenzione al progetto di Adriano Olivetti e alle Edizioni di Comunità, alle quali sarà dedicato un convegno e una mostra in collaborazione con la Fondazione Adriano Olivetti. Verrà anche ricordato l'ing. Mario Tchou, che per la Olivetti ebbe la responsabilità del settore informatico e realizzò l'Elea 9003, il primo computer a transistor al mondo, che iniziò quella rivoluzione elettronica che ci ha portato ai tablet ed e-book di oggi.

Il Salone editoria dell'impegno ogni anno affronterà anche un particolare tema sociale. In questa edizione è stata scelta la questione riguardante oltre quindici milioni di cittadini europei, i Rom e i Sinti, che ancora oggi vedono negati i loro diritti, la loro storia e la loro cultura.
Una mostra racconterà il Porrajmos, l'eccidio nazista delle popolazioni Rom e Sinti.

Il salone sta riscuotendo un notevole successo con l'adesione, ad oggi, di oltre cento editori.
Il Ministero dei Beni e Attività Culturali ha inserito il Salone editoria dell'impegno tra gli eventi della Settimana della Cultura e collabora attivamente all'evento con delle iniziative specifiche promosse dal Centro per il Libro e la Lettura.

Oltre alle iniziative alle quali abbiamo fatto cenno, in questa edizione del Salone verrà anche approfondito il rapporto tra editoria e satira, in particolare con la mostra antologica di Mino Maccari, che espone le illustrazioni apparse su "Il Selvaggio", rivista nata nel 1924 che ospitò autorevoli collaboratori quali Leo Longanesi, fino alla graffiante produzione degli anni '60 per "Il mondo" di Mario Pannunzio.

Con il progetto "Mamma", primo esperimento italiano di giornalismo illustrato, di satira di approfondimento, d'informazione a fumetti e reality comics attraverso le opere di grandi autori (Ellekappa, Staino, Bucchi, Vincino, Makkox, Biani e Marmotti), verrà offerto un panorama della satira contemporanea "militante".

Altre iniziative presenti nel Salone sono le Anteprime letterarie dove verranno presentati i libri di narrativa italiana e internazionale, che affrontano particolari tematiche sociali, proposti per la stagione estiva delle principali case editrici ed Autori in rete, uno spazio innovativo dedicato al mondo dell'editoria "autoprodotta", ovvero il vasto universo di autori che utilizzano siti web specializzati per auto promuovere le proprie opere letterarie.

 

In collaborazione con l'Università di Roma Tor Vergata e l'Associazione Microcosmi Onlus, verrà allestito il corner del libro antico dove tutti coloro che possiedono o sono interessati ai libri antichi possono trovare personale qualificato che darà risposte ai loro quesiti. Accanto al corner verranno esposti antichi manoscritti, strumenti e materiali storici per il restauro del libro e saranno illustrate alcune delle principali fasi di lavorazione con le relative tecniche.

Completa questo settore del Salone, una istallazione dello scultore Massimo Luccioli "Lo studiolo di San Girolamo. Il pellegrino del dubbio" a cura di Mariano Apa e una esposizione dedicata a Grottaferrata nelle stampe antiche.

Tra i convegni previsti, segnaliamo Il ruolo dell'editoria nella costruzione dell'Italia repubblicana ed il convegno riguardante la legge sul prezzo del libro.

Un incontro sarà dedicato al fenomeno dell'e-book dove verranno analizzate le caratteristiche, le prospettive e le problematiche di questo nuovo strumento editoriale.

In un altro evento, Sergio Zavoli leggerà le sue poesie e ne parleranno il teologo Piero Coda e il critico Paolo Febbraro.

All'interno del Salone editoria dell'impegno sarà allestito uno studio televisivo per trasmettere in chiaro e via web gli incontri con gli autori e le presentazioni delle anteprime letterarie.

In attesa di nuove adesioni istituzionali, il Salone editoria dell'impegno, ad oggi, è promosso dal Comune di Grottaferrata, in collaborazione con: Provincia di Roma Assessorato alle Politiche Culturali; Regione Lazio Assessorato alla Cultura, Arte e Sport; Ministero per i Beni e le Attività Culturali; Centro per il Libro e la Lettura; Università degli Studi di Roma Tor Vergata; Comitato Nazionale per le Celebrazioni del Millenario della Fondazione dell'Abbazia di San Nilo; il Sistema Bibliotecario della Provincia di Roma; l'Istituzione Biblioteche di Roma; il Consorzio Sistema Bibliotecario dei Castelli Romani; Biblioteca Comunale di Grottaferrata; Biblioteca Statale del Monumento Nazionale di Grottaferrata; Congregazione d'Italia dei Monaci Basiliani.

Media partner del Salone è la Rai - Radio Televisione Italiana

L' ingresso al Salone editoria dell'impegno è gratuito.

 

Contatti
Mail. segreteria@saloneeditoriadellimpegno.it mavericcomunication@libero.it

Per la rubrica Eventi - Numero 99 marzo 2011