RIVISTA D'AREA DEI CASTELLI ROMANI

Musica

Castelli in Africa

Che cos'è Castelli in Africa? Questa domanda spesso ci viene posta e ci viene spesso chiesto quale sia il legame di questa tradizione musicale con il nostro territorio. Ebbene la nostra risposta è: l'evento non è solo musica tradizionale africana ma è anche un momento fondamentale di contatto tra le associazioni che si occupano di solidarietà internazionale e territorio; è anche cultura, e tradizioni locali rivisitate alla luce della diversità; è anche, e soprattutto, la possibilità di veicolare attraverso la millenaria cultura musicale africana dei concetti di comunità e fratellanza di cui onestamente in Italia si inizia a sentire la mancanza. Inoltre è ben nota l'influenza che la musica africana ha avuto sulle nostre tradizioni musicali e in particolare il suo legame con i riti di trance come ad esempio il tarantismo. Ma oltre alla solidarietà e alla sensibilità sociale Castelli in Africa è soprattutto musica. Quest'anno la programmazione è particolarmente ricca. Di giorno infatti i ragazzi potranno cimentarsi con gli strumenti della tradizione africana grazie alla grande offerta di stages: percussioni guineane (djembe e tamburi bassi), danza guineana, balafon, kora, danza ugandese, danza mediterranea ecc. mentre la sera si terranno strepitosi concerti ed altri interessanti incontri.

__________________

La II Edizione dell'evento Castelli in Africa è organizzata dalla Comunità Giovanile Zampanò e dal Comune di Lanuvio
Il Festival è stato reso possibile grazie al contributo della Regione Lazio, della Provincia di Roma, e dei Comuni di Lanuvio, Genzano di Roma e Velletri.
"Realizzare una manifestazione come questa - dichiarano il Sindaco e l'Assessore alla Cultura di Lanuvio - è un grande traguardo: Castelli in Africa è la sintesi di un lavoro svolto da anni sul nostro territorio e sottolinea la grande sensibilità delle nostre amministrazioni locali. Abbiamo creduto fortemente in questo progetto e non possiamo dimenticare la costante presenza e sostegno, non solo economico, dell'amministrazione Provinciale di Roma e in particolare dell'assessore alle Politiche Culturali Cecilia D'Elia, di tutto il suo staff e dell'Assessorato alla Cultura della Regione Lazio.
WWW. CASTELLIINAFRICA.IT

Per la rubrica Musica - Numero 84 settembre 2009