RIVISTA D'AREA DEI CASTELLI ROMANI

Enogastronomia

Piccola guida alla degustazione dei vini: È ora di bere!

Parte tredicesima ed ultima

Degustare il vino è un'arte. E' necessario assaporarlo, esaminarlo, assoggettarlo al giudizio dei nostri sensi per conoscerlo nella sua pienezza. Il giudizio complessivo deriva dalla somma delle sensazioni richiamate ed è evidenziato con particolari vocaboli ed espressioni.
Distinguiamo però l'assaggio dalla degustazione (e dalla bevuta, o peggio dal tracannare).
L'assaggio è un procedimento solo tecnico e per quanto possibile oggettivo: non interessa cercare la sensazione piacevole e soggettiva.
La degustazione comprende anche il piacere del degustare (chiediamo venia per il bisticcio di parole) ed è per questo che è considerata un'arte (soggettiva, come ogni valutazione artistica).
E' importante, comunque, per ottenere validi risultati personali dedicare tempo e regolare continuità a questa operazione, in modo da assaggiare una vasta gamma di vini e accumulare così in esperienze ed impressioni per successive comparazioni.
Come abbiamo visto con gli organi del gusto è possibile riconoscere molteplici aspetti in merito al vino. Ricordiamone alcuni: armonico, tipico, gradevole, elegante, piatto, pesante, caratteristico, ... (in base alla natura del vino); giovane, di pronta beva, decrepito, ... (in base all'età); debole, leggero, robusto, corposo, ... (in base alla corposità); secco, asciutto, amabile, dolce, ...(in base al contenuto di zuccheri); tranquillo, brioso, frizzante, spumante, ...(in base all'anidride carbonica); aspro, ruvido, allappante, ... (in base al tannino); leggero, sapido, caldo, generoso, ... (in base al contenuto di alcool).
Molti dei costituenti sopra citati possono essere determinati (come controprova) dall'analisi chimica, ma anche l'abilità del degustatore riesce a stabilirne i valori (in modo approssimativo e soggettivo).
Il degustatore utilizza apposite schede dove riporta i risultati degli esami.
Concludiamo così la nostra Piccola Guida alla Degustazione dei Vini. Non pensiamo di aver trattato in modo esaustivo l'argomento, perché esso è vasto e complesso, ma ci auguriamo di aver fornito ai nostri lettori, almeno, sufficienti nozioni e curiosità.

____________

BIBLIOGRAFIA
G. e S. De Angelis, Crea il tuo vino/Enohobby editrice, Roma.
Quaderni di enologia: Come è questo vino? Degustiamolo insieme/Enopanorama, Enoclub Castelli Strade e Vini, 2007.

_______________
GLOSSARIO

vellutato, gradevole sensazione al palato che fornisce un vino armonico e con adeguato quantitativo in alcool. Il vino è morbido e scorrevole; verde (o verdolino), vino bianco giovane (a volte ottenuto da uve non completamente mature) con riflessi verdolini per presenza di clorofilla; appannato, vino velato, non limpido; aranciato, colore mattone o giallo aranciato dei vini vecchi o molto vecchi.


Per la rubrica Enogastronomia - Numero 84 settembre 2009